Simulazione Krasic: la squalifica secondo la giustizia sportiva

La simulazione di Milos Krasic in occasione di Bologna – Juventus è stata da vero “fuoriclasse”.

Il tornante serbo della Juve, al 34’ del primo tempo, si è tuffato a terra simulando un intervento di Portanova.

L’arbitro De Marco ci casca e assegna il rigore che Vincenzo Iaquinta, da poco entrato al posto di Amauri, calcia centrale sulle mani di Viviano.

Da parte di mister Delneri, c’è stato un intervento in difesa di Milos Krasic: “in caso di squalifica mi arrabbierei molto, non è un disonesto, ha pensato a un tocco. Uno come lui viene triturato ogni domenica…”.

Il vizietto del tuffo in area, infatti, potrebbe essere sancito con una squalifica di due turni. E’ quanto riporta l’articolo 35/5 del codice di giustizia sportiva, articolo basato su tre precedenti di rigori guadagnato con simulazione nel nostro campionato di Serie A.

Fotogramma più fotogramma meno, Krasic molto probabilmente sarà squalificato ma la sua onestà, ne siamo sicuri, non sarà intaccata da questo fortuito episodio.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica