Serie A 29 ottobre 2013: Atalanta-Inter 1-1, Mazzarri fermato dai pali

Non arriva la seconda vittoria consecutiva per l’Inter di Mazzarri, fermata a Bergamo in parte dall’Atalanta, che gioca un’ottima partita, e in parte dalla sfortuna, visto i due pali colpiti durante i 90 minuti. Un match che rischia di allontanare ancora di più la squadra nerazzurra dal primo posto se la Roma dovesse centrare la decima vittoria di fila, ma occorre dire che per il momento lo Scudetto non era nei programmi della squadra (fermo restando che siamo solo a fine ottobre).

Mazzarri ripropone Samuel in mezzo alla difesa, che può nuovamente contare su Handanovic dopo la squalifica di domenica scorsa, e piazza Kovacic in attacco insieme a Palacio. Colantuono, dal canto suo, è in piena emergenza difesa, mentre davanti può affidarsi solamente a Denis e a Moralez. Le squadre inizialmente si scambiano i favori: prima Palacio si fa anticipare di nulla da Carini, poi Samuel salva miracolosamente su Moralez. Al 10° minuto ancora Guarin deve salvare sulla linea un colpo di testa di Canini con Handanovic battuto. Il campo è molto scivoloso e i giocatori hanno chiari problemi di equilibrio, ma alla fine è l’Inter a passare al 16°: Kovacic serve Palacio, che allunga per Alvarez. L’argentino stoppa e ribadisce in rete. Dopo il vantaggio, però, sono i bergamaschi a premere e giustamente trovano il pari al 25° con Denis, bravo a scavalcare di testa sia Samuel che Handanovic. L’Inter sembra in difficoltà e l’Atalanta prova a far sua la partita, arrivandoci anche vicino con Carmona. Mazzarri spinge i suoi, che tornano a farsi pericolosi con Nagatomo, che sfortunatamente centra in pieno il palo destro. Non sarà l’unico del match.

L’Inter nella ripresa prova ad alzare il ritmo e Cambiasso si fa vedere con un tiro di sinistro dalla lunga distanza neutralizzato da Consigli in angolo. In porta per l’Inter c’è Carrizo, con Handanovic vittima forse di problemi intestinali. Il nuovo portiere dei nerazzurri milanesi è subito impegnato, tra l’altro ad opera dell’ex Livaja. Al 61° la sfortuna continua ad imperversare sull’Inter, con il gol di Alvarez giustamente annullato per un precedente fuorigioco di Palacio. L’argentino però insiste e Consigli deve fare gli straordinari. Al 68° l’Atalanta chiede un rigore per un tocco di mano involontario di Rolando in area, ma l’occasione davvero macroscopica è di Icardi, che centra clamorosamente il secondo palo della serata dopo una bella azione personale. Sembra più vicina l’Inter al vantaggio, ma all’82° Yepes, sentendo aria di derby da ex, si ritrova la palla da solo in area da calcio d’angolo. Il tiro dell’ex milanista, però, è centrale e finisce direttamente tra le braccia di Carrizo. Alvarez avrebbe l’ultima occasione in pieno recupero, ma il suo sinistro si spegne sul fondo. Così come le speranze di rimonta dell’Inter.

Serie A 29 ottobre 2013: Atalanta-Inter 1-1, Mazzarri fermato dai pali

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica