Roma – Unicredit: mezzogiorno di fuoco

Giornata cruciale per il futuro della Roma. A mezzogiorno è fissato l’incontro decisivo tra Italpetroli (che gestisce la società giallorossa tramite Rosella Sensi) ed Unicredit.

Si saprà se la Roma sarà messa ufficialmente in vendita, ma è chiaro che l’obiettivo primario è garantire un’altra stagione competitiva alla squadra.

Così la stessa presidente Sensi ha posto delle condizioni alla banca, che reclama diversi arretrati: in attesa di trovare nuovi compratori, non dovranno essere imposte cessioni eccellenti di alcun calciatore della rosa (anche se la Roma sta cercando di fare cassa con Julio Baptista e Philippe Mexes), ed inoltre gli interessati alla società dovranno essere attentamente selezionati.

Solo proposte concrete, nessun intermediario come purtroppo già visto negli anni passati.

Gli avvocati di Italpetroli, Gambino e Conte, stanno lavorando sodo coi colleghi di Unicredit, Carbonetti e Di Gravio, per tutelare il futuro della Roma, che spera di non passare i guai dei cugini della Lazio, ai tempi dell’arrivo di Claudio Lotito al posto di Sergio Cragnotti, che causò un enorme ridimensionamento della società.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica