River Plate in Serie B: foto e video scontri tifosi

Signori e signore, il dramma del Monumental è andato in onda e così ecco che cala il sipario, nella maniera più triste, sulla storia del River Plate, uno dei più gloriosi club argentini che per la prima volta nella sua storia, lunga 110 anni, è retrocesso in seconda divisione. La gara di ritorno dello spareggio salvezza è terminata uno a uno, il River non è riuscito a rimontare il 2-0 subito sul campo del Belgrano club, di Cordoba.

E pensare che il match era cominciato bene visto il vantaggio di Pavone al sesto minuto ma la beffa finale è arrivata al minuto 62 quanto Farre ha trovato il gol del pareggio per il Belgrano. Il River Plate è poi sprofondato nel suo dramma quando Pavone al 70esimo ha fallito un calcio di rigore.
La retrocessione non è stata ben accolta dai tifosi del River che hanno scatenato una serie di violentissimi incidenti: stadio devastato, venticinque feriti tra cui quindici poliziotti.

L’area dello stadio è diventata zona franca, dove per qualche ora, a Nord di Buones Aires si è combattuta una guerriglia tra poliziotti e hooligans locali.Nel video caricato da Two KindsOf Luck trovate un servizio completo su quanto accaduto al Monumental. Il commento è in argentino ma le immagini parlando da sé.

Questa retrocessione rischia inoltre di far fallire il club, in piena crisi finanziaria tanto che i giocatori non ricevono lo stipendio da quasi un anno e all’orizzonte finora non si è profilato nessun acquirente. Inevitabile quindi la vendita dei pezzi pregiati, Erik Lamela su tutti, inseguito da Milan, Napoli e Roma.

 

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=eMk5AYi9ZSA&feature=related

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica