Real Madrid – Milan, l’aspirina del giorno dopo

Da una parte i vincitori, e dall’altra i vinti. Inevitabilmente.

Real Madrid – Milan 2-0, match della fase a gironi di Champions League, ha promosso a pieni voti i blancos di Josè Mourinho, e rimandato ad altri test impegnativi, i rossoneri di Massimiliano Allegri.

Le reti di Cristiano Ronaldo ed Ozil hanno affondato il Diavolo, ma anche dal punto di vista tattico c’è stato poco da fare.

“Abbiamo giocato una partita fantastica e tatticamente molto intelligente. Posso solo complimentarmi con i miei giocatori e sperare che anche al pubblico sia piaciuta la partita. Sono contento quando i tifosi riconoscono l’impegno dei giocatori: è qualcosa di cui ho bisogno come tecnico. I tifosi del Santiago Bernabéu sono intelligenti: si intendono di calcio e sanno come esprimere il loro grazie”, il commento entusiasta di Mourinho.

Visibilmente deluso il collega Allegri, che rimprovera certi atteggiamenti ai propri uomini: “Non è stata una bella serata per noi. Con tutto il rispetto per il Real, una delle migliori squadre al mondo, abbiamo facilitato loro le cose con un avvio troppo molle. Abbiamo cominciato a giocare solo quando eravamo già sotto 2-0. Avremmo potuto essere più pericolosi con un gioco più verticale ma non ci siamo riusciti. Il Real Madrid è una grande squadra, ma la gara per loro è stata tutta in discesa dopo il doppio vantaggio iniziale. Sul loro primo gol abbiamo fatto 2 errori”, ha detto Allegri.

Non dobbiamo far altro che aspettare il prossimo 3 novembre, quando a San Siro ci sarà la rivincita con Milan – Real Madrid.


admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica