Quanto guadagna chi vince il campionato di Serie A?

Onori e gloria. Vincere lo Scudetto in Italia può portare innumerevoli vantaggi dal punto di vista del prestigio . Inoltre la qualificazione alle coppe europee garantisce introiti e visibilità incredibili, che possono dare qualche marcia in più anche in sede di calciomercato. Ma dal punto di vista economico?

Dimenticatevi i tornei di tennis e di golf, dove il vincitore viene, letteralmente e figurativamente, coperto d’oro. La Lega di Serie A non sgancia un centesimo al vincitore del campionato. Non c’è una spiegazione ufficiale, ma possiamo benissimo intuirla da soli: non c’è un vero bisogno di premiare con soldi il Campione d’Italia. Proviamo ad immaginare qualche scenario: se a vincere ilo campionato fosse una qualsiasi delle squadre che “ci si aspetta” lo vinca, come Juve, Milan o Inter, ci sono già fior fiore di sponsor in grado di premiarli. Infatti la conquista dello scudetto, spesso e volentieri, viene pagato diversi milioni di euro dalle contrattazioni private delle sponsorizzazioni. Le squadre più piccole, invece, magari non prevedono un pagamento per la vittoria dello scudetto, ma se ciò dovesse avvenire, ci sarebbe comunque una gratifica per obiettivo raggiunto e superato. Ovviamente questi premi difficilmente sono di grossa entità e per molti versi anche quelli delle “big” non sono enormi. Certo, agli occhi di noi comuni tifosi sono cifre altissime, ma per le spese che ha un club di Serie A, questi premi servono a mala pena a coprire alcuni buchi di bilancio.

Il vero premio è la qualificazione alle coppe europee. Soprattutto la Champions League porta ingenti guadagni sia a livello di sponsorizzazione della UEFA, che paga un tot alle squadre per ogni partita giocata e per ogni turno avanzato, sia per quanto riguarda i diritti televisivi. Come detto precedentemente, inoltre, esiste un guadagno di immagine, che finisce per influenzare quando si contratta con gli sponsor e con i giocatori che si vorrebbe tesserare per il proprio team. In definitiva, non esiste una vera risposta alla domanda del titolo, ma che sia una big o una “piccola”, la risposta è comunque tanto. Con le dovute proporzioni a seconda della squadra coinvolta.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica