Polemica Ranieri – Mourinho, pirati ai confini del mondo

Claudio Ranieri e Josè Mourinho sono sempre stati avversari per lo scudetto in Italia, e mai sono mancate le polemiche a distanza tra i due.

Cominciò il portoghese nell’estate 2008 a criticare il passato nel Chelsea dell’allora tecnico della Juventus, che non si fece attendere nella replica.

Vinto il match Roma – Inter la scorsa settimana, la lotta scudetto in Serie A si è clamorosamente riaperta. Mourinho è stato a lungo in silenzio stampa,

ma ha parlato attraverso una video chat organizzata da Inter Channel in cui ha dichiarato che

la lotta scudetto non riguarda tre squadre, ma una contro tante altre cose“, con chiaro riferimento a presunti torti arbitrali subiti dai nerazzurri.

Nella conferenza stampa prima di Bari – Roma, Claudio Ranieri ha avanzato suggerimenti al collega: “Capisco la tensione che agita un allenatore fortissimo, ma deve stare tranquillo.

Gli errori avvengono contro chiunque, contro l’Inter infatti abbiamo subito una rete in fuorigioco e non sono stati espulsi Chivu e Lucio“.

Come al solito, però, Mourinho deve avere l’ultima parola. E così è stato, attraverso il sito ufficiale della società nerazzurra: “Chi ha trasformato la mia espressione ‘tante altre cose’? Di certo non io. Non ho neppure il diritto di parlare con i tifosi dell’Inter senza che qualcuno debba metterci il naso?”,

ha tuonato il mago di Setubal, “mi importa solo di noi: stanchi, infortunati, squalificati, noi che insieme a voi tifosi dobbiamo vincere contro il Bologna“.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica