Penalizzazioni calcio scommesse 2012 2013, cosa si rischia?

Proviamo a rispondere concretamente a quello che tutti i tifosi, in particolare quelli delle varie squadre coinvolte, si stanno chiedendo: cosa rischiano le squadre coinvolte nello scandalo del Calcioscommesse? Dipende dai casi, anche perché il fatto che alcuni degli accusati o indagati da parte delle autorità sono ora tesserati per altre società rispetto a quelle in cui erano all’epoca dei fatti sta creando moltissima confusione.

Una delle società che maggiormente si sente coinvolta senza motivo è la Juventus. La Vecchia Signora, infatti, teme di perdere la Champions League, in quanto negli ultimi anni la UEFA ha effettuato un giro di vite fortissimo nei confronti di chi è coinvolto in processi penali: niente Europa se non sei al di sopra di ogni sospetto. I tesserati juventini coinvolti, però, non erano a Torino all’epoca. Conte era a Siena e Bonucci era a Bari. Le possibilità che la Juve venga colpita, oggettivamente, sono poche.

Ben più preoccupata è la Lazio, direttamente messa in ballo dal suo capitano Stefano Mauri. In questo caso i capitolini rischiano di partire l’anno prossimo con già 7 punti da recuperare e, soprattutto, senza poter giocare l’Europa League. Rischia anche il Genoa a causa di Milanetto, che potrebbe costare alla squadra 3 punti in classifica. Possibili sanzioni anche per il Chievo, sebbene la posizione di Pellissier paia essere molto particolare.

Infine ci sono Siena e Lecce, forse due delle squadre più colpite dallo scandalo. Visto il possibile coinvolgimento della dirigenza nello scandalo, lo scenario peggiore è la retrocessione d’ufficio, che porterebbe i toscani in Serie B e i pugliesi, già retrocessi, addirittura in Lega Pro.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica