Max Allegri, un “Conte” alla corte del Milan

Chi in queste ultime due stagioni (anzi, una stagione e mezza) non ha avuto modo di buttare l’occhio su un paio di partite del Cagliari.

Su quel gioco preciso, veloce ed efficace che Massimiliano Allegri ha portato nella nostra Serie A. Con buoni risultati, grandi soddisfazioni e molte sorprese.

Per il tecnico di Livorno, classe 1967, ex centrocampista del cuore di Cagliari, Pescara e Perugia, si potrebbe aprire la porta della grande occasione.

Oggi appuntamento con i vertici societari del Milan, addirittura si parla di pranzo a casa Berlusconi.

Questioni politiche, dopo l’addio del Ministro Leonardo che ha rotto con il parlamento di San Siro. Allegri al Milan è di casa, è lui ora il candidato serio per sedere sulla panchina del Milan. Giovane, bravo e carismatico.

Con un sorriso degno erede di quello del tecnico brasiliano.

Nello spogliatoio rossonero per lui c’è già buona accoglienza. Il Milan dovrà vedersela con la Fiorentina, in pressing per il dopo-Prandelli, ma il fascino indiscreto del rossonero non potrà che affascinare Max Allegri, il “Conte” Max come lo chiamano i suoi ex tifosi.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica