Juve – Genoa 1-1, Conte contro l’arbitro: rischia 2 turni di stop

Nella giornata di oggi conosceremo gli eventuali provvedimenti relativi all’infuocato dopo gara di Juventus -Genoa, anticipo serale  di sabato scorso.  Come andremo a vedere l’allenatore salentino della Vecchia Signora sta rischiando due turni di squalifica e l’a.d. della società, Marotta, potrebbe essere deferito.

Ai nostri lettori più distratti ricordiamo che durante l’incontro di sabato 26 gennaio 2013, a seguito di un presunto rigore intorno al 93′ di Juve-Genoa (parliamo di un tocco di mano del difensore svedese del Genoa,  Granqvist, che arrivato in spaccata nel tentativo di anticipare l’attaccante montenegrino avversario, Vucinic, ha deviato la sfera con il piede sinistro, ma la traiettoria successiva gliela ha fatta carambolare sul braccio destro), da qui la reazione veemente del team bianco nero con l’allenatore, Antonio Conte, pronto a lanciarsi sul campo, nella direzione dell’arbitro, assieme  ai giocatori, a cui sono poi seguite le dichiarazione dell’a.d. Beppe Marotta nel post gara.

Già eri c’è stata l’apertura ufficiale del caso e oggi sarà dunque il giorno delle sanzioni. Nel corso  del pomeriggio ci sarà la pronuncia in materia del giudice sportivo. Ora, secondo quanto riportato dalla Gazzetta della Sport,  sembra che a rischiare di più sia Beppe Marotta, che potrebbe venire deferito per via della sua allusione alle origini napoletane dell’arbitro Guida, con relativa impossibilità di arbitrare la Juve, ma anche le parole pronunciate da Antonio Conte potrebbero costare care, infatti quel “vergogna” urlato, insieme alla ricostruzione dell’episodio che vorrebbe far dire al direttore di gara “che non se l’è sentita” potrebbero fargli scontare due turni di squalifica. Rischiano anche Bonucci, Vucinic, Chiellini (scesa in campo dalla tribuna) e e Nedved, mentre sembra certa una multa nei confronti della società.

 

 

428px-Antonio_Conte_Dubai_2012

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica