Hooligans, tifoso accoltellato ad Upton Park in occasione di West Ham – Millwall

Invasione di campo, accoltellamenti, lancio di oggetti dalle tribune, risse fuori dallo stadio: non è l’Inghilterra calcistica che conosciamo quella che ieri sera, in occasione del secondo turno di Coppa di Lega tra il West Ham di Gianfranco Zola ed il Millwall, s’è fatta vedere agli onori della cronaca nera. Il Millwall, club di terza divisione dell’est di Londra, ha il non invidiabile riconoscimento di tifoseria più pericolosa d’Inghilterra. Il derby di ieri sera era segnalato presso le forze dell’ordine come avvenimento a rischio, ma la segnalazione ed i preparativi per la sicurezza evidentemente non sono stati sufficienti per evitare il peggio. Due arresti, almeno duecento contusi per contatto fisico, un accoltellato ricoverato in prognosi riservata, partita sospesa due volte (a tre minuti dal termine e nei tempi supplementari) per invasione di campo. Questo è il tabellino della cronaca di West Ham – Millwall, squadre londinesi dalle tifoserie che si odiano e che, per il cammino della Coppa di Lega, sono finite per incontrarsi allo stadio di Upton Park. Incredulo sull’accaduto Gianfranco Zola: “Ho giocato a Londra 7 anni e non ho mai visto una cosa del genere. Sono scioccato. Sapevo che questa era una partita importante, che significava molto per le due tifoserie, ma non immaginavo potesse finire così. Cosa posso dire? Sono un uomo di sport, amo il calcio, amo andare in campo e provare a fare una partita che esalti e diverta gli spettatori. Ma quello che è successo va al di là delle mie possibilità”. Le due società stanno ora collaborando con le forze dell’ordine e con gli organi competenti per rintracciare tutti i colpevoli coinvolti nell’episodio.

(fonti: www.gazzetta.it , www.ansa.it )

 

hoo

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica