Euro 2012 Spagna campione d’Europa, semplicemente i più forti

Quando l’incredibile diventa quotidiano. Questo è la Spagna, che con la vittoria per 4-0 di ieri a Kiev sull’Italia si è laureata per la terza volta Campione d’Europa. Ormai la storia ha già adottato questa nazionale, capace di buttarsi alle spalle decenni di fama da grande incompiuta e di andare a vincere tutto quello che c’è da vincere, mostrando tra l’altro un gioco e una forma difficilmente imitabili. Certo, forse la Spagna di qualche anno fa era più bella da vedere e più dura da affrontare, ma anche quella di domenica sera non era certo da buttare via.

La Spagna non solo è Campione d’Europa, ma è Campione della Storia. Nessuna nazionale prima d’ora era mai riuscita ad aggiudicarsi due tornei continentali e ad inframmezzarli con il titolo mondiale. L’unica cosa che si avvicina anche solo lontanamente è un record che appartiene proprio agli azzurri, grazie ai due mondiali vinti del ’34 e nel ’38, con in mezzo la medaglia d’oro olimpica del ’36. Non è la stessa cosa. Quelli erano gli albori del calcio, questa è la modernità.

Del Bosque aveva affermato di non essere pentito di non aver eliminato prima l’Italia nel girone con il famigerato “biscotto”. C’è da credergli. Il trionfo vissuto domenica sera rimarrà per sempre nei libri di storia del calcio, non tanto per l’enormità del risultato finale, quanto perché arrivato con una prova di forza contro la squadra che, obiettivamente, aveva dimostrato di essere la più temibile di tutte (chiedere alla Germania per ulteriori informazioni). Gli Azzurri hanno fatto del loro meglio per arginare la valanga rossa, ma non c’è stato niente da fare.

Nessuna vergogna o rammarico. In fondo, loro sono semplicemente i più forti del mondo.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica