Euro 2012 Italia – Irlanda: gli allenamenti della settimana

Venerdì Cesare Prandelli potrebbe riproporre in attacco la coppia del suo esordio: Balotelli e Cassano, visti i diversi infortuni che al momento sembrano flagellare l’Italia impegnata in un doppio confronto contro Serbia prima e Irlanda del Nord poi. Potrebbe anche perchè le condizioni di Super Mario Balotelli restano ancora da verificare.

La sfida contro la Serbia ha più valore per quel che succederà fuori dal campo, vedi gli incidenti di Genova della partita dell’andata, che per il risultato finale, visto che gli azzurri si sono già qualificati all’ Europeo polacco ucraino del 2012.

Le preoccupazioni di Cesare Prandelli, al momento, riguardano lo stato di forma dei suoi convocati. L’ex allenatore della Fiorentina ha già dovuto rispedire Mimmo Criscito a San Pietroburgo per una noiosa pubalgia. L’ex genoano va così ad aggiungersi ala lista degli infortunati, elenco che già comprende l’attaccante dell’Inter Pazzini e il difensore del Palermo Balzaretti, definiti dal professore Enrico Castelli difficilmente recuperabili per il match contro la Serbia ma che potrebbero farcela invece per la gara contro l’Irlanda del Nord.

Restano tutte ancora da valutare le condizioni di Giuseppe Rossi,  per Pepito ci sono problemi al ginocchio sinistro ma l’attaccante del Villareal potrebbe essere in  campo già contro la Serbia. Al posto di Rossi potrebbe giocare Matri mentre il dubbio sul vice- Balzaretti resta. Al posto del palermitano dovrebbe giocare uno tra Dossena, Pasqual, Molinaro e Antonelli ma Prandelli deve ancora sciogliere le ultime riserve in merito.

Quasi sicuramente dovremmo rivedere in attacco la premiata coppia Balotelli (anche se l’attaccante del Manchester City sembra avere problemi alla schiena, stamattina si è bloccato in allenamento) e Cassano, schierata nella partita d’esordio di Prandelli, nell’agosto 2010 contro la Costa D’Avorio e mai più riproposta da allora.

Nel frattempo il presidente Abete tranquillizza l’ambiente in vista della prossima trasferta: “C’è un patto di collaborazione con i serbi e per l’ordine pubblico non sono preoccupato più di tanto”

 

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica