Derby Serie A 24 febbraio 2013 Inter-Milan 1-1, El Shaarawy e Schelotto

Finisce con un pareggio il derby della Madonnina numero 210. Un pari 1-1 che, in fondo, non serve quasi a nulla né al Milan, né all’Inter, almeno sotto il profilo della classifica. Nel primo tempo gioca sensibilmente meglio il Milan, più in palla rispetto ai concittadini e, probabilmente, ancora esaltati dall’ottima vittoria contro il Barcellona. Nella ripresa la squadra di Stramaccioni si riprende e riesce a conquistare un pareggio che, in fondo, sembra rispecchiare i valori in campo.

Stramaccioni inizia la partita potendo fortunatamente contare su Ranocchia, molto in dubbio nella vigilia. Nel Milan si ferma Costant, sostituito da De Sciglio, mentre davanti Allegri preferisce la concretezza di Boateng alla verve giovanile di Niang. Confermati, naturalmente, El Shaarawy e Balotelli. L’ex interista, comunque, non gioca la sua migliore partita, forse guardato a vista dai suoi ex compagni. Nel primo tempo la prima occasione è di De Sciglio, ma la palla finisce fuori. Il campo sembra estremamente scivoloso e molti giocatori hanno problemi a rimanere in equilibrio. Nonostante questo al 21° El Shaarawy sblocca la partita. Cassano perde palla a centrocampo in favore di Boateng, che serve il centravanti della nazionale sulla sinistra. El Sha, in mezzo scivolata, inganna abilmente Handanovic per l’1-0. L’Inter prova a reagire, ma è il Milan a sfiorare il raddoppio con Balotelli in due occasioni. Al 28° solo un miracolo di Handanovic salva l’Inter, mentre al 29° Super Mario non riesce a deviare con efficacia il cross di De Sciglio. Balotelli ha un’altra occasione prima del riposo, ma ancora Handanovic si oppone.

Le stanchezze di Champions si fanno sentire nella ripresa. La sfida con il Cluj dell’Inter, con tutto il rispetto, ha richiesto una concentrazione e una pressione psicologica immensamente minore rispetto al Barça. La prima occasione è comunque di Boateng, ma al 55° Guarin impegna Abbiati, segnalando come l’Inter non sia affatto morta. Al 69° il cambio che si rivelerà decisivo: esce Cambiasso ed entra l’ex Atalanta Schelotto. Passano due minuti e l’italo-argentino bagna il suo primo derby con il gol: Nagatomo crossa in area per il numero 7 nerazzurro, che devia con potenza e precisione di testa un pallone imparabile per Abbiati. Pareggio tutto sommato giusto, per un’Inter che con il passare dei minuti si era fatta sempre più pericolosa. Al 75° Muntari scaglia un missile verso la porta di Handanovic, ma la sfera è fuori. Palacio ha una buona occasione di testa, ma Abbiati non si lascia sorprendere. Nel finale entrano Bojan e Niang, ma l’ultimo sussulto è per l’Inter: Guarin e Palacio sorprendono la difesa rossonera, ma un’ottima uscita di Abbiati spegne i sogni di gloria nerazzurri. A meno di miracoli del Pescara, le milanesi dicono momentaneamente addio al terzo posto. Un match che lascia tutto in totale equilibrio.

Derby Serie A 24 febbraio 2013 Inter-Milan 1-1, El Shaarawy e Schelotto

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica