Coppa Italia 4 febbraio 2014: Udinese-Fiorentina 2-1, zampata di Muriel

L’Udinese raccoglie il massimo possibile dal turno casalingo della semifinale di Coppa Italia, battendo con un gol nel finale del colombiano Muriel la Fiorentina. La ente di Vargas sul finale del primo tempo, comunque, permette ai viola di rimanere in gara per il ritorno al Franchi.

Guidolin deve affidarsi in porta al giovane Scuffet, in quanto Brkic ancora non è disponibile. Sulla linea difensiva trova spazio Bubnjic, mentre la coppia d’attacco é formata da Nico Lopez e dal solito inarrestabile Di Natale, che prova a confermare di essersi sbloccato dopo le recenti prestazioni. Esordi anche per Montella con il neo arrivato Diakite, mentre davanti continua la fiducia all’ex milanista Matri. Proprio il numero 32 viola lancia la prima azione Toscana, con un tacco per Borja Valero, che però guadagna solamente un corner. Un minuto dopo é Scuffet a salvare la porta dell’Udinese dall’inizio arrembante degli ospiti. Al 24′ é ancora Vargas a rendersi pericoloso, sfiorando di poco la porta. Alla mezz’ora finalmente si vedono anche i padroni di casa con una doppia occasione per Pereyra e Pinzi, con la sfera che si spegne sul fondo. La risposta viola arriva con Joaquin, che però non riesce ad approfittare dell’errore di Bubnjic. E siccome vige sempre la regola del “gol sbagliato, gol subito”, due minuti dopo arriva il vantaggio di Di Natale, che deposita in rete un ballo e al bacio servitogli da Widmer. La Fiorentina, però, non si scompone e sfiora la rete del pari subito con Vargas, per poi trovarla con Vargas poco prima delle riposo. Un sinistro potentissimo, scaturito dal piede del sudamericano dopo un perfetto assist di Joaquin. Grandi responsabilità per Di Natale, che perde palla a centrocampo, anche se il capitano friulano vorrebbe un fallo proprio per l’intervento precedente.

Nella ripresa le occasioni più importanti sono comunque per la Fiorentina. Prima Joaquin e poi Vargas spaventano i tifosi viola, mentre al 64′ é Matri, dopo un ottimo uno-due con lo stesso Joaquin, a vedersi negata una grande occasione con la palla che finisce a lato. La paura di perdere il match inizia a farsi sentire e le due squadre iniziano a non farsi male più di tanto. In questa situazione di non belligeranza la rete può arrivare solamente da una grande azione personale. Detto e fatto: all’82’ Muriel esplode un tiro potentissimo che sfiora il palo e si infila in rete. Un gol decisivo, che peserà moltissimo nel ritorno a Firenze.

Coppa Italia 4 febbraio 2014: Udinese-Fiorentina 2-1, zampata di Muriel

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica