Coppa Italia 2014: Fiorentina-Udinese 2-0, viola in finale

La Fiorentina aveva bisogno di un’impresa per arrivare in finale e così é stato. Davanti al suo pubblico la squadra di Montella ottiene una vittoria netta con due reti di vantaggio e ottiene quindi il pass per la finale di Coppa Italia, competizione che i toscani non vincono da ormai tredici anni. Ennesima delusione, invece, per Guidolin, che vede saltare l’ennesima vittoria di una stagione disgraziata.

Montella conferma tutte le anticipazioni della vigilia, con un 4-3-3 i cui terminali offensivi sono Matri, Joaquin e Cuadrado. Sorpresa invece nell’Udinese, con Guidolin che manda in campo Bruno Fernandes alle spalle di Totò Di Natale al posto di Nico Lopez. La partita la deve fare per forza la Fiorentina, che infatti riesce a passare già al primo affondo: é il 14′ quando Pasqual trasforma in gol la palla passatagli di testa da Joaquin, prolungando un servizio di Pizzarro. Alla mezz’ora potrebbe anche arrivare il raddoppio con Mati Fernandez, ma finalmente anche i friulani si svegliano. Di Natale, però, clamorosamente non centra la porta. I bianconeri si esaltano, anche per la paura di subire il pericoloso raddoppio. Alla Fiorentina, tra l’altro, basta anche l’1-0 per passare. Prima Gabriel Silva e poi Domizzi arrivano vicinissimi al pari, ma si trovano davanti un Neto in forma strepitosa, che si allunga su entrambe le conclusioni. L’Udinese é anche sfortunata e prende un palo clamoroso con il suo capitano.

Montella capisce che deve cambiare qualcosa e sostituisce lo spento Matri con Matos, non prima però che Joaquin impegni Scuffet in una parata da fuoriclasse. Inizia la girandola dei cambi, ma l’economia del match é destinata a cambiare al 61′: Cuadrado esplode un destro mortifero sul quale Scuffet non può fare assolutamente nulla. Il 2-0 mette la Fiorentina in posizione di vantaggio, mentre l’Udinese avrebbe bisogno di una rete per andare almeno ai supplementari. I friulani spingono, ma Widmer si divora un’occasione clamorosa che avrebbe cambiato il match. La partita si fa sempre più nervosa e si trascina fino ai tempi supplementari, dove succede di tutto! Prima Badu dalla panchina si fa espellere per proteste, poi Muriel impegna ancor Neto da posizione defilata. Il portiere viola risponde alla grande e il successivo colpo di testa di Nico Lopez non può dargli problemi. Sulla rimessa anche Domizzi si fa espellere per proteste, brutta chiusura per un match emozionante che come risultato porta la Fiorentina a giocarsi la sua potenziale settima Coppa Italia contro Roma o Napoli.

Coppa Italia 2014: Fiorentina-Udinese 2-0, viola in finale

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica