Coppa Italia 15 gennaio 2014: Siena, Milan e Napoli ai quarti di finale

Si chiude il quadro degli ottavi di finale di Coppa Italia. Gli ultimi tre match si concludono con i risultati attesi, con l’unica eccezione del Siena che riesce a superare il Catania in trasferta con un roboante 4-1. Il primo, e probabilmente unico, Milan di Tassotti riesce a superare lo Spezia abbastanza agevolmente. Da segnalare la prima rete di Honda in maglia rossonera e la presenza dell’uomo del giorno in tribuna, ovvero Clarence Seedorf. Infine in serata il Napoli si sbarazza dell’Atalanta, anche se su uno dei gol partenopei la squadra nerazzurra protesta con rabbia.

La partita del Catania dura solamente un tempo. Davanti al proprio pubblico sono proprio i siculi a passare in vantaggio dopo soli quattro minuti con Leto. Al 24° però Paolucci trova il pareggio. Il Catania cerca di passare avanti inserendo Keko nella ripresa, ma già al 59°Rosina serve un bel pallone per Valiani, che di testa batte Andujar. I rossoazzurri sono anche sfortunati, prendendo un palo proprio con Keko, ma nella foga di trovare il pareggio crollano clamorosamente nel finale. Nel giro di due minuti in pieno recupero Pulzetti e Rossetti chiudono il match, punendo forse eccessivamente gli avversari.

Il Milan scende in campo per la prima volta dopo l’esonero di Massimiliano Allegri. Tassotti prova per la prima volta Honda e Rami titolari, ottenendo tutto sommato buone prestazioni da entrambi. Lo Spezia scende in campo con il coltello fra i denti e in alcuni frangenti mette in difficoltà i rossoneri. Il tasso tecnico, però, è troppo distante tra le due formazioni. Pazzini si mangia diversi palloni invitanti, ma alla fine ci pensa Robinho e mettere dentro il primo vantaggio. Anche il numero 11 rossonero si toglie la soddisfazione del gol dopo le tante occasioni, mentre nella ripresa Honda approfitta di un rimpallo per segnare la prima rete della sua avventura italiana. Vale solo per la gloria la rete di Ferrari nel finale.

La sera si conclude con il match del San Paolo. Una partita molto nervosa che si apre al 14° del primo tempo con la rete di De Luca, pareggiata quasi immediatamente da Callejon. Le due squadre si confrontano a viso aperto, ma la rete di Insigne al 72° fa scattare la rabbia dei bergamaschi. Su un cross pericoloso nel mezzo, Higuain è in netto fuorigioco, ma distrattamente Del Grosso devia la sfera su Insigne, in posizione regolare. L’Atalanta chiede il fuorigioco, ma l’arbitro convalida. Colantuono dopo il 90° dichiara che la rete a lui era sembrata regolare. Evidentemente non a Yepes, che si fa espellere. Ancora Callejon chiude il discorso al minuto 80.

Coppa Italia 16 gennaio 2014: Siena, Milan e Napoli ai quarti di finale

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica