Champions League 2013: Napoli – Arsenal verso il porte aperte

Chi ben comincia è a metà dell’opera e se tutto rispetterà l’andamento attuale, vista la prima sentenza dell’Uefa, il Napoli potrà giocare la sua ultima gara casalinga del girone di Champions League al San Paolo, davanti al suo pubblico, per cercare di accedere agli ottavi di finale della massima competizione continentale, ma andiamo a vedere meglio in dettaglio qui di seguito.

 

Per avere il verdetto definitivo bisogna aspettare lunedì, ma sembra proprio, fatti i debiti scongiuri del caso, che il Napoli potrà contare sul suo numeroso e caloroso tifo per l’assalto finale al San Paolo all’Arsenal di Wenger. Questa partita potrebbe essere decisiva se gli azzurri di Benitez non dovessero portare un risultato positivo, pareggio o vittoria, dalla prossima trasferta di Dortmund. Infatti, in caso di sconfitta, per cercare di approdare agli ottavi di Champions League, Hamsik e compagni saranno costretti a studiare tabelle e a battere la squadra di Wenger. Così si è pronunciato, diplomaticamente, l’avvocato della società partenopea Grassani, in merito al rischio di giocare Napoli- Arsenal a porte chiuse: “La notizia è vera solo in parte, c’è la multa che riguarda alcune sanzioni; per altre eventuali sanzioni si esprimeranno lunedì; dunque è ancora presto per esultare . La Commissione disciplinare della UEFA si è espressa solo su due punti di accusa, cioè l’accensione di materiale pirotecnico nello stadio e per il comportamento del pubblico nella gara contro il Marsiglia. Sul tavolo dei giudici restano ancora da vagliare dei capi d’accusa come le vie d’accesso alle curve e le vie di fuga ostruite. Per questa sentenza bisognerà aspettare lunedì-martedì. Non possiamo quindi ancora scongiurare il pericolo di squalifica del San Paolo”.

Ma ora c’è tutto un campionato da affrontare e stasera, per la tredicesima giornata di Serie A, al San Paolo arriva il Parma di Donadoni.

champions-league1

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica