Calciomercato: lo stimolo Juventus per Beppe Marotta

Ripartirà con una nuova rivoluzione la stagione 2010/2011 della Juventus, reduce da un campionato di Serie A molto deludente, conclusosi con 2 allenatori (Ciro Ferrara prima, Alberto Zaccheroni poi) e la non entusiasmante qualificazione ai preliminari di Europa League.

Cambi che hanno già toccato la dirigenza bianconera, con l’ingresso di Andrea Agnelli come nuovo presidente, l’oscuramento di Jean Claude Blanc e la separazione dall’ex direttore sportivo Alessio Secco.

Toccherà all’esperto Giuseppe Marotta, in arrivo dalla Sampdoria insieme al fidato osservatore Fabio Paratici ed al tecnico Luigi Delneri (per quest’ultimo manca l’ufficialità), tracciare le nuove idee per la futura area tecnica.

La Juventus si muoverà in sede di calciomercato con la consapevolezza di non potersi più permettere il lusso di commettere gravi errori, come nelle precedenti esperienze con i vari Felipe Melo, Poulsen, Grosso, Cannavaro e Diego.

Il futuro dirigente Marotta non ha nascosto il proprio entusiasmo: “Una sfida stimolante, c’è molto da lavorare. Mi lusinga e mi dà voglia di sperimentare. Una sfida da affrontare al meglio. Da parte mia c’è grande ottimismo”.

Ci sarà da mettersi presto al lavoro, dato che il nuovo dg bianconero vorrà piazzare subito colpi importanti: infatti l’obiettivo numero 1 sarebbe quello di portare alla Juventus il forte centrocampista Angelo Palombo.

La Sampdoria chiede 20 milioni di euro per il proprio capitano, Marotta potrebbe far scendere il prezzo inserendo contropartite tecniche in favore dei blucerchiati: in lista Almiron (che prima va riscattato dal Bari) e Giovinco (prestito).

E, sempre dalla sua ex società, lo stesso Marotta vorrebbe prendere altri 2 elementi di fiducia anche del prossimo allenatore, Delneri, quali sono Reto Ziegler e Giampaolo Pazzini.

In uscita dalla Juventus i senatori Camoranesi e Trezeguet, mentre il futuro di Gianluigi Buffon probabilmente verrà deciso durante i Mondiali Sudafrica 2010.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica