Calcio Serie A 2011 2012: le vostre previsioni sul campionato

Dopo quasi tre mesi di stop, ecco che la Serie A sta per ricominciare, ovviamente sciopero permettendo. L’anno scorso, secondo tanti , il campionato è stato molto vario, molto competitivo. Non c’era più quella barriera fra grandi e piccole. Ognuna a modo suo, dava battaglia sul proprio campo e in trasferta.

Quest’anno, escludendo grandi sorprese, lo scenario dovrebbe essere lo stesso. Anzi, addirittura, si prospetta un campionato tanto bello quanto incerto, anche per via dell’eliminazione di uno dei quattro posti utili per accedere all’Europa che conta.

La squadra più attesa è la Roma. I suoi cambiamenti, a partire dalle dirigenza, hanno scosso radicalmente il panorama calcistico italiano. Sulla panchina si è seduto Luis Enrique, ex allenatore del Barcellona B. Egli sta cercando di immettere nella testa dei giocatori romanisti uno stile di gioco che assomiglia a quello che predica il Barca ormai da molti anni. Inoltre tra le file della squadra romana, c’è stata una vera e propria epurazione portando allo scarto di giocatori simbolo di questi ultimi anni, per dare spazio ai giovani della primavera e ai neo-acquisti.

L’altra squadra della capitale, la Lazio, cercherà di ripetere l’impresa della stagione successiva, cercando di lottare per le prime posizioni. Il mercato ha portato a Formello  molti talenti di livello internazionale, come Klose, bomber della nazionale tedesca, e Cissè, campione d’Europa con la maglia del Liverpool, rendendo la squadra biancoazzurra, una fra le candidate al titolo nazionale.

Spostandosi verso Nord, ecco che abbiamo un’altra squadra molto attesa, la Juventus. Questa, passata nelle mani di Antonio Conte, ha subito una vera e propria rivoluzione. Sono stati molti gli acquisti estivi. Questi  acquisti, sono andati a migliorare una rosa che cominciava a scricchiolare, sia in difesa che in attacco. Quindi ecco arrivare, Vucinic, Vidal, Lichsteiner, Ziegler, Pirlo e molti altri, per evitare le figuracce degli altri anni, e centrare almeno per quest’anno, un posto in Champions League.

Le squadre milanesi, come accade ormai da quando esiste la Serie A saranno le protagoniste di questa stagione. Il Milan, perché campione in carica e perché affamato di vittorie. L’Inter invece per rifarsi di quest’ultimo anno passato, e cercare di provare a ripetere stagioni che ormai fanno parte della storia. Il compito è stato affidato a Gasperini. Sarà all’altezza del ruolo concessogli da Moratti, anche senza il gioiellino Eto’o?

Dalle parti di Napoli, si prospetta un inverno molto caldo. Infatti la squadra di De Laurentis, cercherà da una parte di ripetere o anzi far meglio della passata stagione, cercando di insidiare il primo posto. Ma dall’altra, c’è il grande ritorno in Europa. Dunque la stagione che si prevede per la squadra partenopea, sarà dura e molto lunga. Chissà se Mazzarri riuscirà a coniugare le cose, mantenendo la giusta concentrazione in entrambe le competizioni.

L’asse Palermo-Fiorentina-Genoa-Udinese, continuerà invece ad essere l’incognita del nostro campionato.  Esse  sono squadre che possono far male, e anche tanto. Sono squadre capaci di perdere sette a zero ma di arrivare in finale di coppa Italia. Squadra che vendono i propri campioni, ma che poi ne scoprono altri. In poche parole ‘’fidarsi è bene, non fidarsi è meglio’’.

Per quanto riguarda tutte le altre società, c’è da dire che anche loro, in un modo o nell’altro saranno protagoniste di questa stagione che sta per venire, ognuna con i propri obbietti e i propri desideri. Non ci rimane altro che aspettare e vedere cosa accadrà.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica