Valkenburg 2012 Gilbert trionfa, Italia il coraggio non basta

cycling

Il belga Philippe Gilbert, uno dei grandi favoriti della vigilia, ha vinto i campionati mondiali di Valkenburg 2012.  Decisivo è stato il suo attacco sul Cauberg a poco più di due chilometri dall’arrivo.

Alle sue spalle si sono piazzati il norvegese Edvald Boasson Hagen  e lo spagnolo Alejandro Valverde. Miglior italiano Oscar Gatto, solo 13esimo al traguardo. La nostra nazionale è stata molto attiva in corsa partecipando sempre alle fughe. All’ultimo giro è stato Nibali a provare il forcing, ma è partito troppo presto e Gilbert, fino a quel momento ben coperto dai compagni di squadra,  ne ha preso la scia per passarlo a velocità doppia.

Il commissario tecnico della nazionale, Paolo Bettini, preferisce comunque guardare il bicchiere mezzo pieno soprattutto in ottica futura: “I ragazzi hanno dato il massimo e onorato la maglia azzurra, chiaramente sono dispiaciuto perché mi sarebbe  piaciuto regalare una medaglia al Ballero e all’Italia intera. Tatticamente la squadra si è mossa bene entrando nelle fughe giuste. Avevamo quattro uomini davanti, il primo a uscire è stato Cataldo, poi è arrivato Nocentini e successivamente anche Marcato e Ulissi. Fino a due giri dalla fine la gara si è svolta secondo la tattica che avevamo previsto, forse c’è stata qualche sbavatura ma i ragazzi hanno corso bene. Poi negli ultimi due giri come avevamo deciso è toccato ai ragazzi guardarsi, parlarsi e capire chi ne aveva nelle gambe per provarci e così hanno fatto. C’è da lavorare e da costruire, comunque non dimentichiamo che 6 su 9 di questi ragazzi erano al debutto in un mondiale”.

 

Ordine d’arrivo prova in linea professionisti uomini

1.GILBERT Philippe (BEL – BMC Racing Team) 06:10’41 (42,246 km/h)
2. BOASSON HAGEN Edvald (NOR – Sky Professional Cycling Team) +4″
3. VALVERDE BELMONTE Alejandro (ESP – Movistar Team) +5″
4. DEGENKOLB John (GER – Team Argos – Shimano) +5″
5. BOOM Lars (NED – Rabobank) +5″
6. DAVIS Allan (AUS – Orica GreenEdge) +5″
7. VOECKLER Thomas (FRA – Team Europcar) +5″
8. NAVARDAUSKAS Ramunas (LTU – Garmin – Sharp) +5″
9. HENAO MONTOYA Sergio Luis (COL – Sky Professional Cycling Team) +5″
10. FREIRE GOMEZ Óscar (ESP – Katusha) +5″