Valentino Rossi, tifo Inter e mi vergogno del twitt





La frase pubblicata la scorsa domenica dal sei volte campione del mondo della MotoGp  , dopo la sconfitta della sua Inter contro il Novara ha fatto il giro del mondo in pochi giorni. Valentino scrisse sul social network, twitter: “stasera non vorrei essere il portacenere di Moratti” e a distanza di qualche giorno dopo la pubblicazione, Rossi ammette di aver sbagliato e se ne prende ogni responsabilità.

“Mi sono vergognato da matti” spiega il dottore nel suo intervento a Sky sport 24 nel giorno del suo 33esimo compleanno, “Io tifo Inter e veder perdere la mia squadra in casa contro una sulla carta più debole fa male, ma le mie volevano essere critiche costruttive, sono sempre con loro”.

Durante la sua intervista li viene posta la domanda se li piacerebbe un domani vedere Fabio Capello sulla panchina dell’Inter, alla quale Valentino ha risposto dicendo che non gli piacerebbe essere un calciatore allenato da Capello ma comunque non li dispiacerebbe se un giorno dovesse finire all’Inter. Da buon interista quale è ha anche detto che sarebbe più che gradito un eventuale ritorno di Mourinho in quanto, sostiene Valentino, ha lasciato i nerazzurri troppo presto. Infine, ha risposto anche ad una domanda su Pep Guardiola: “Mi piacerebbe moltissimo, è molto simpatico e molto bravo, ma sarà dura portarlo via da Barcellona” ha concluso il pilota della Ducati.

Sempre su twitter Valentino Rossi ha ringraziato tutti per la valanga di messaggi di auguri che li sono arrivati e che li stanno arrivando e nel momento in cui spegnerà la 33esima candelina il suo desiderio sarà quello di portarsi a casa il decimo titolo mondiale della sua carriera.

Tanti auguri Dottore !!