Ultime news calciomercato: Juventus, Napoli, Inter

L’arrivo di Luca Toni non ferma il calciomercato in entrata della Juventus, che ha assolutamente bisogno di un altro attaccante.

Il lavoro del direttore generale Giuseppe Marotta, è sempre più frenetico: dalla lista, però, esce definitivamente, almeno per gennaio, il nome di Fernando Torres.

Il centravanti spagnolo del Liverpool, infatti, ha giurato ai tifosi inglesi che non lascerà i Reds, nonostante il pessimo campionato.

Prende quota, invece, il nome dell’argentino Lisandro Lopez del Lione, in possesso di quel passaporto italiano, che favorirebbe il suo trasferimento.

Difficilissimo riportare a Torino il romeno Adrian Mutu, che la Fiorentina vuole cedere solo all’estero.

Stop alla cessione di Mohamed Sissoko allo Schalke 04: la squalifica di Felipe Melo (fuori 3 giornate), obbliga la Juventus a trattenerlo.

Il Napoli, invece, si avvicina allo svizzero Gokhan Inler dell’Udinese, anche se i friulani premono per privarsene solo a giugno.

Per la difesa non si molla l’idea Britos del Bologna, anche perché il giocatore gradirebbe il trasferimento.

Settimana prossima potrebbe essere sferrato l’assalto decisivo al marocchino Housseine Kharja del Genoa, ma prima bisognerà decidere anche il futuro di Luca Cigarini, che piace molto ai rossoblù.

Infine, una nuova idea per il reparto offensivo: nonostante l’imminente recupero di Cristiano Lucarelli, il Napoli sta pensando al giovane Guido Marilungo della Sampdoria, che il tecnico Walter Mazzarri fece esordire 2 anni fa, in Serie A.

“Dopo Ranocchia, il mercato per noi è chiuso, anche se il cileno Alexis Sanchez ci piace ed è un nostro obiettivo”, sono state le dichiarazioni di Marco Branca, direttore tecnico dell’Inter.

I nerazzurri non mollano il fantasista dell’Udinese, che però è difficile portare a Milano nell’immediato.

Il momento no degli attaccanti, Diego Milito e Goran Pandev, fa pensare ad un possibile innesto in quel reparto: e l’Inter segue un altro argentino, ovvero Maxi Lopez del Catania.

Prima bisogna vendere, e dopo la rescissione del contratto col brasiliano Amantino Mancini (è tornato in patria, nell’Atletico Mineiro), si pensa alla stessa cosa con l’honduregno David Suazo, che ha un ingaggio pesante.