Tour de France 2012 Wiggins e gli altri, le nostre pagelle (seconda parte)

Tour_de_France_logo

Continua la nostra analisi  delle prestazioni dei protagonisti del Tour de France 2012 che si è concluso domenica a Parigi

Cadel Evans 5

Il vincitore del Tour 2011 illude nella prima settimana, ma poi mostra di non avere la condizione dello scorso anno e paga un dazio pesante in salita. Conclude comunque la corsa con dignità in settima posizione.

Aljeandro Valverde 6,5

Era venuto al Tour per fare classifica, ma tra incidenti meccanici e cadute ha dovuto presto rinunciare ad ogni velleità di podio. Non si è arreso però e ha cercato con coraggio la vittoria di tappa compiendo una bella impresa sui Pirenei.

Thomas Voeckler 8

Ti-Blanc sarà anche antipatico in gruppo, ma ha un cuore di corridore grandissimo. Vince due tappe partendo da lontano e la maglia a pois come miglior scalatore. Difficile davvero fare di più.

Thibaut Pinot 7,5

La giovane promessa francese alla sua prima partecipazione al Tour coglie una bella vittoria di tappa e riesce a concludere al 10 posto finale. Deve migliorare (parecchio) a cronometro e potrà togliersi importanti soddisfazioni.

Peter Sagan 9

Festeggia la sua prima partecipazione alla Grande Boucle con tre successi di tappa e la maglia verde di leader della classifica a punti. Serve altro per capire che stiamo parlando di un assoluto fuoriclasse che ha solo 22 anni e quindi ancora possibili margini di miglioramento?

Rein Taaramae 5

Atteso alla prove del nove, l’estone ha deluso le aspettative, correndo da protagonista solo nella prima settimana per poi naufragare nei bassifondi della classifica. Rimandato.

Tyler Farrar 4,5

Solo l’ombra del velocista che un tempo era capace di impensierire Mark Cavendish. Continua una stagione da dimenticare.