Supercoppa Italiana 2011 Milan – Inter 2-1





La Supercoppa italiana va in scena a Pechino nello stadio a forma di nido di uccello costruito per i giochi olimpici del 2010. Le due squadre nei minuti iniziali lasciano poco spazio allo spettacolo. Il nervosismo cresce minuto dopo minuto con i falli che cominciano a diventare cattivi sin da subito. L’Inter di Gasperini si affida alle fasce con Alvarez e Obi che sulla sinistra tentano più volte l’affondo. Il Milan dal canto suo appare sulle gambe, complice anche il carico di lavoro pesante di inizio stagione, tipico della preparazione di Allegri.

E’ il Milan ad andare vicino al goal del vantaggio con Robinho dopo uno scambio con Ibrahimovic che porta il brasiliano al tiro, alto sopra la traversa. L’Inter trova però il vantaggio con una punizione di Sneijder dal vertice dell’area di rigore messa a segno al minuto 22. La reazione dei rossoneri è tutta in un palo colpito da Ibrahimovic poco prima della fine del primo tempo.

Nella ripresa il Milan scende in campo rinato. L’aggressività dei rossoneri porta dapprima a sfiorare il goal con Ibrahimovic dopo qualche minuto e al 15° proprio lo svedese trova il goal del pareggio su assist di Seedorf. La partita è nervosissima e Thiago Motta accende gli animi con un fallo da rosso su Thiago Silva nemmeno sanzionato dall’arbitro, non nella sua miglior serata. Sull’azione di ripresa il Milan trova il vantaggio con Boateng che frutta l’ennesimo palo del Milan colpito da Pato appena entrato. I rossoneri cominciano ad amministrare il possesso palla. Finisce 2-1 ed il Milan alza la sua sesta Supercoppa italiana.