Sport per i bambini: quale scegliere?

Dedicarsi ad uno sport o ad una qualunque attività fisica, in età pediatrica, presenta svariati vantaggi. In primo luogo consente uno sviluppo dell’apparato muscolare e scheletrico, inoltre migliora il metabolismo, favorisce le relazioni sociali e può essere per i bambini un importante momento di svago e divertimento.

Lo stile di vita dei bambini di oggi è, purtroppo, molto sedentario. I bambini trascorrono, infatti, molte ore al letto, si spostano quasi sempre in macchina o con mezzi pubblici e passano molte ore di fronte alla tv
o al pc. In pratica durante tutto l’arco della giornata non si muovono mai. I rischi di tale sedentarietà sono svariati: il rischio principale è il sovrappeso, nonché (se si associa un’alimentazione scorretta) il rischio di aumento della pressione arteriosa e del colesterolo.

Lo sport da piccoli consentirà, invece, di beneficiare di molti vantaggi che rimarranno effettivi anche dopo la crescita. I bambini che praticano regolarmente sport saranno, da grandi, molto più avvantaggiati rispetto a coloro che non hanno praticato mai alcuna attività; questo succede perché, grazie allo sport, è possibile sviluppare una buona muscolatura, nonché capacità coordinative migliori. Se anche il soggetto dovesse interrompere, per diversi anni, la pratica sportiva il suo fisico terrà memoria dei benefici acquisiti in giovane età.

Ma quali sono gli sport più adatti per i bambini? All’inizio, fino ai 5 anni, è preferibile che i genitori scelgano, per il loro figli, un’attività abbastanza generica come ad esempio ginnastica oppure nuoto, attività che non richiedono particolari attrezzature sportive che consentono uno sviluppo armonico di tutto il corpo. Dopo i sei anni, invece, c’è un progressivo sviluppo sia per quanto riguarda le capacità di coordinazione (che consentono l’approccio a nuovi sport) che per quanto riguarda il fisico. Da questo momento i poi i bambini possono scegliere, quindi, un’attività più specifica sempre, però, facendo si che ci sia uno sviluppo armonioso ed equilibrato di tutta la corporatura. Tra gli sport preferiti dai bambini, in questa fascia di età troviamo senza dubbio il calcio, il basket e la pallavolo; tutti sport di squadra, questi ultimi, particolarmente adatti per favorire la socializzazione. Naturalmente a scegliere lo sport non dovrà essere solo il bambino ma sopratutto la famiglia, che dovrà valutare, oltre l’effettiva utilità dell’attività scelta, anche altri fattori, spesso sottovalutati, come ad esempio quello economico; ad esempio per giocare a calcio infatti, bisognerà pagare l’iscrizione annuale alla scuola nonché comprare l’abbigliamento necessario (come ad esempio gli scarpini da calcio
).