Serie A: sconfitto dall’Inter, il Napoli pensa già alla Juventus

Dimenticare Milano.

Non è il titolo di un film prodotto da Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli, ma è l’imperativo che Walter Mazzarri ha imposto alla suo squadra.

Non c’è tempo da perdere e Mazzarri lo sa bene visto che stavolta non si è sprecato in polemiche dopo la trasferta persa a Milano.

Al tecnico livornese non è piaciuta affatto  la reazione della squadra, praticamente nulla, dopo il  terzo gol interista.

Il Napoli infatti fino a quel momento era stato sul campo, ma poi si è improvvisamente spento, sciogliendosi sotto le ondate interiste, tanto che il tecnico azzurro non ha nemmeno avuto la possibilità di restare nella sua ormai famosa camicia bianca, segnale che da il via all’assalto finale napoletano.

Problema di testa e di mentalità, cose che Mazzarri conosce bene e per ripartire al più presto sta cercando di far recuperare alla squadra la concentrazione mentale  giusta per la prossima difficile sfida che attende il Napoli già domenica prossima, quando al San Paolo, sarà di scena la nemica di sempre, ovvero la Juventus.

I bianco neri arriveranno a Napoli in emergenza (out anche Quagliarella) ma, feriti dai 4 gol presi in casa contro il Parma, restano sempre una squadra da battere e cercheranno anche loro di riprendere al più presto la loro marcia in campionato.

Quando si cade da cavallo bisogna risalirci al più presto e il Napoli non ha occasione migliore se non quella di incontrare subito un altra big per tornare a misurare le sue forze e mostrare che il ruolo degli azzurri non è quello sotto dimensionato visto ieri contro l’Inter.