Serie A sabato 18 febbraio 2012, Udinese – Milan: formazioni





Sarà un Milan in piena emergenza quello che arriverà al Friuli sabato pomeriggio. Da parecchio tempo i Rossoneri non si trovavano in una situazione così sconfortante: certo la squadra è sempre al secondo posto, ma il punto virtuale di svantaggio sulla Juve capolista potrebbe presto quadruplicarsi ed è fondamentale una vittoria contro la fortissima Udinese di quest’anno. Il campo friulano, però, è terreno di ardua conquista e, soprattutto, spesso ostile alla squadra del Diavolo. È dal 2008 che lo stadio non viene espugnato e anche allora fu possibile solo con una rete di Gilardino a tempo scaduto.

Mancherà ovviamente Zlatan Ibrahimovic, ancora in attesa di un responso sul ricorso per la squalifica di tre giornate inflittagli dal giudice sportivo. Sull’episodio si è detto già tutto e non ci ritorneremo. Fatto è che Allegri si ritrova in una posizione davvero scomoda e questa volta potrebbe essere davvero la volta in cui Maxi Lopez sarà chiamato a dimostrare il suo valore. Per ora solo scampoli di partita per l’argentino, sempre in situazioni difficili. Ora tocca a lui dimostrare di essere quell’attaccante che il Milan cercava per non essere sempre terrorizzati ogni volta che allo svedese scattano i “cinque minuti”. Possibile anche vedere la coppia Robinho – El Shaarawy davanti a Clarence Seedorf.

L’Udinese, dal canto suo, è ancora carichissima. Gli unici assenti sono Asamoah e Badu, impegnati nella finale per il terzo posto della Coppa d’Africa. Davanti ci sarà il solito inesauribile Di Natale. Abbiati, recuperato per la sfida, avrà diversi problemi ad impedire al bomber friulano di mettere la palla in rete. Le difficoltà per i rossoneri si moltiplicano e solo una vittoria potrebbe risollevare il morale milanista.