Serie A: Roma- Milan 4-2, il tango argentino tramortisce il diavolo

L’ultima partita dell’anno della Serie A ha regalato ai tifosi sei gol e una gara ricca di emozioni, dove la Roma di Zeman, imponendosi nettamente sul malcapitato Milan di Allegri, riesce a restare agganciata al treno Champions League dell’attuale classifica.

E pensare che alla vigilia della gara l’allenatore boemo rilasciava interviste alla stampa affermando che la Roma non ha potere politico, mentre Allegri tesseva le lodi del tecnico avversario paventando però concretezza alla ricerca dei tre punti. Il campo dell’Olimpico ha quindi emesso il suo verdetto mostrando una Roma dotata di speso specifico e un Milan travestito da Babbo Natale.

Il povero Diavolo rossonero veniva tramortito a raffica dai gol di Burdisso, in apertura, poi da quelli  di Osvaldo e di Lamela,autore di una doppietta. La Roma versione argentina, supportata dalle giocate degli italianissimi Totti e De Rossi, bucava a ripetizione la difesa milanista, apparsa davvero troppo natalizia. In seguito all’espulsione di Marquinhos la lupa di Zeman restava in 10, dando così la possibilità all’undici milanista di provarci a credere nella rimonta, fermandosi però all’uno-due firmato Pazzini, su calcio di rigore, e dall’ex Bojan.

Alla ripresa la Roma aspetterà il Napoli, da notare che l’undici giallorosso nel girone di andata ha steccato solo contro la Juve e ha perso il derby, poi ha dato lezioni di calcio all’Inter, a San Siro, alla Fiorentina e al Milan. Che dire del diavolo? A Natale siamo tutti più buoni ma i 27 punti in classifica ben evidenziano l’andamento di questa squadra che sul mercato di gennaio dovrà essere rivista se vuole ambire a qualcosa di più che alla mera presenza sul campo.

Lega-Serie-A