Serie A 2011 Roma – Milan 2-3: il Diavolo strapazza la Lupa

serie_a_2011-2012_logo

Grande spettacolo allo stadio Olimpico di Roma, dove Roma – Milan 2-3 regala almeno per qualche ora ai rossoneri la vetta della classifica. La Roma di Luis Enrique le tenta tutte per frenare un Milan che prima della serata dell’Olimpico arrivava da 3 vittorie consecutive. Bastano 17 minuti ad Ibrahimovic per aprire le danze con un colpo di testa delizioso tanto quanto potente che batte Stekelenburg per l’1-0 rossonero. Nel momento migliore del Milan però, su calcio d’angolo è Burdisso a riaprire la gara con un colpo di testa che beffa Abbiati, incolpevole. Non passano che 2 minuti dal pareggio della Roma che Nesta su azione di calcio d’angolo dall’altra parte del campo sigla il nuovo vantaggio rossonero.

Nella ripresa la Roma torna in campo più determinata che mai a ristabilire la parità. I giocatori giallorossi le provano tutte, ma un super Abbiati dice di no in più occasioni. Al 67° dopo un cambio, viene espulso Boateng direttamente dalla panchina, per frasi offensive rivolte alla terna arbitrale. Al 78° minuto invece Ibrahimovic decide che è il momento di chiudere la partita ed imboccato da un cross delizioso di Aquilani, sigla di nuovo di testa il 3-1. Ci vuole ancora un Abbiati sensazionale per il finale dove la Roma tenta l’assalto, trovando la rete del definitivo 2-3 con Bojan che mette in rete dopo l’ennesimo miracolo del portiere rossonero. Prima della fine della gara, anche Mister Allegri viene allontanato per proteste nei confronti del quarto uomo. Finisce così con il Diavolo che piega la Lupa e con il Milan che per qualche ora è la capolista della Serie A.