Serie A 2011 Inter – Juventus, Roma – Milan: probabili formazioni





Il calendario l’ha veramente combinata bella per questa decima giornata di campionato. Avere nella stessa giornata sfide come Roma-Milan e Inter-Juventus rappresenta un’overdose di calcio a cui nessun appassionato può dire di no. Le squadre, però, arrivano a queste sfide con stati d’animo e momenti di forma profondamente differenti.. L’Inter si sente ritornata alla situazione pre-Calciopoli, con decisioni secondo Moratti dubbie nei confronti dei suoi ragazzi. Guarda caso tutto ciò proprio prima della sfida con gli eterni rivali. La Roma, invece, sta lentamente costruendo un progetto, di cui però non si vede ancora la struttura precisa. L’esatto contrario del Milan, che finalmente sembra aver trovato il bandolo della matassa.

A Roma le assenze sono diverse e pesanti. Una su tutte è quella del capitano Francesco Totti, che a parte per la questione puramente tecnica, la sua presenza in campo ha da sempre la capacità di spronare i compagni a dare il meglio. A volte non ha funzionato, ma contro il Milan “er Pupone” avrebbe potuto dare quel guizzo in più che già lo scorso anno portò una clamorosa vittoria a San Siro. Non ci saranno nemmeno Kjaer e Pjanic. Il trio d’attacco sarà composto da Osvaldo, Bojan e dall’ennesima prova della verità di Marco Borriello. Il Milan, dal canto suo, sta facendo faville e ora Allegri vuole che, dopo le vittorie contro Palermo, Lecce e Parma, arrivi anche un’affermazione in uno scontro diretto con una grande del campionato, dopo che le sfide con Napoli e Juve si sono rivelate infauste. Boateng e Nocerino (6 gol in due partite) saranno assolutamente titolari, mentre Cassano sarà il compagno d’attacco di Ibrahimovic.

Alle 20.45, invece, andrà in scena il Derby d’Italia. Anche qui le assenze sono pesanti, stavolta da entrambe le parti. L’Inter dovrà fare a meno di Forlan, Samuel, Julio Cesar, Thiago Motta e Ranocchia, e stiamo citando solo quelli più importanti. Una sorta di ecatombe, alla quale Ranieri cercherà di rimediare come potrà, sperando nella buona vena di Pazzini e Sneijder. Zarate, inizialmente previsto in campo, dovrebbe accomodarsi in panchina, mentre tra i pali ci sarà ancora Castellazzi. Problemi di portiere anche per Conte, che però può contare su una squadra decisamente più in forma dei milanesi. Senza contare che Storari, quando chiamato in causa, ha sempre risposto bene. Fuori gioco anche Krasic e Giaccherini, anche se per il primo, insieme a Buffon, si sta cercando di combinare un recupero clamoroso. Vucinic e Matri si ritroveranno sulle spalle l’attacco e il compito di tenere la Juve sopra tutte le altre squadre del campionato. Non sarà facile, ma la Vecchia Signora sembra finalmente tornata alle buone abitudini vincenti di una volta.