Serie A 2011 Catania – Napoli 2-1: il Napoli cade ai piedi dell’Etna

serie_a_2011-2012_logo

Il Napoli di Mazzarri arriva a Catania con grandi aspettative visti gli imminenti impegni in Champions con il Bayern Monaco mercoledì prossimo. Gli azzurri cercano una vittoria che consenta loro di concentrarsi successivamente solo sulla Champions e sulla successiva gara al San Paolo con la Juve di domenica prossima. Pronti e via. Il Napoli trova subito il goal del vantaggio che accende gli animi dei tifosi azzurri. Cavani realizza dopo appena 2 minuti su cross dalla sinistra. Il Catania tuttavia non accusa il colpo e con calma e ordine rimette in piedi la gara.  Le occasioni sono a tinte rossoblu per gran parte del primo tempo, anche se il Napoli prova a chiudere la gara con Lavezzi. Il pareggio è nell’aria e a firmarlo è Marchese. Il primo tempo regala tante emozioni, non ultima l’espulsione di Santana per doppia ammonizioni, due falli commessi dal giocatore azzurro che in entrambe le occasioni meritavano il cartellino giallo.

Nella ripresa il Napoli appare spento ed il Catania torna in campo con la grinta giusta. Bergessio dopo appena 3 minuti mette in rete un bel traversone dalla sinistra. La squadra di Mazzari cerca di costruire gioco, ma Montella disegna fitte maglie che non permettono al Napoli di offendere al meglio. Finisce così Catania – Napoli 2-1, con Mazzarri che a fine gara non stringe la mano a Montella perchè troppo deluso per il risultato maturato sul campo. Il Catania dal canto suo non ha demeritato nulla di quanto conquistato, anzi, ancora una volta quest’anno ha fermato al Massimino una grande.