Serie A 2011 32 Giornata: Bologna – Napoli, Udinese – Roma, Juventus – Genoa

Senza Cavani, matador principe della serie A, in vetta alla classifica marcatori assieme a Totò Di Natale, il Napoli arriverà al Dall’Ara per una sfida che si è già complicato da solo o meno.

Mazzarri sta infatti pensando a chi far giocare al posto del suo puntero più letale e valuta come gestire al meglio il suo tridente in questa fase d’emergenza.

Chi dentro dunque tra Lucarelli, Mascara e Sosa?

Indiscrezioni dell’ultima ora parlano di un Mascara in campo a partire del primo minuto con l’ex catanese che tenterà di scardinare la difesa bolognese per lanciare un Lavezzi in versione Cavani, nell’inconsueto ruolo di prima punta.

Il tecnico napoletano ha speso parole di elogio per Malesani, in un momento in cui, la società emiliana è un po’ scossa dalla recente sconfitta di Brescia.

 

Quanto vale questa Udinese?

Se Alexi Sanchez e compagni sono davvero da Champions lo si scoprirà proprio domenica quando al Friuli gli uomini di Guidolin giocheranno contro la Roma.

I friulani sono chiamati a dimostrare sul proprio campo se hanno già pagato del tutto o meno lo scotto d’alta classifica vista la sconfitta di Lecce e per Di Natale, vista l’assenza forzata di Cavani, c’è un turno in più per arricchire il suo già sontuoso pallottoliere.

La Roma arriva al Friuli in cerca di punti utili per l’Europa League, dove la sua corsa è stata fermata dalla sconfitta casalinga di domenica sera, rimediata contro altri bianconeri, gli storici rivali della Juventus.

Montella dovrà fare a meno anche di Mexes, infortunato, ma la Roma dovrà presto abituarsi all’idea di giocare senza il suo forte difensore francese, visto che recentemente Phillipe ha dichiarato di essere pronto a lasciare il club per andare, molto probabilmente, al Milan.

 

Chiudiamo il cerchio di giornata passando a parlare della Juventus che dovrà invece dimostrare

se la vittoria di Roma sia stata un fuoco di Paglia o meno.

Domenica all’Olimpico di Torino arriva il Genoa, squadra ostica che a Torino negli ultimi campionati ha sempre fatto delle buone prestazioni.

Per Del Neri poi questo è quasi un derby visto il suo passato da sampdoriano e il tecnico di Aquilonia non vorrà certo sprecare il buon momento della squadra, spingendo i suoi a vincere, contro una rivale come il Genoa, per agguantare almeno una qualificazione europea.