Serie A 2011 / 2012: ancora Walter Mazzarri allenatore del Napoli?





Walter Mazzarri sempre più come Diego Armando Maradona.
Già, il tecnico toscano ricorda proprio l’indimenticabile  Pibe de oro.

Entrambi hanno  portato il Napoli nell’Europa dei Campioni e sia Diego che Walter sono stati, ovviamente in tempi differenti, i protagonisti delle telenovele  estive napoletane.

Sempre come il campione argentino, walter mazzarri si è fatto protagonista della classica telenovela “torno e non torno” che da queste parti, sul golfo di Napoli, non si vedeva dai tempi della famosa pesca ai dorados della Mano de Dios.

Conquistato il terzo posto, che ha qualificato il Napoli alla fase a gironi della Champions League, l’allenatore azzurro ha puntato i piedi nei confronti della programmazione presidenziale, chiedendo sostanzialmente un aumento dello stipendio e un rafforzamento della rosa, mentre sul golfo suonavano in lontananza le sirene delle ammiraglie bianconere e giallorosse che tanto avrebbero voluto Mazzarri sulla loro panchina il prossimo anno.

De Laurentiis, il presidente azzurro, non è certo tipo da porgere l’altra guancia e così all’ultimatum del suo tecnico, ha riposto in un primo momento con un tonante due di picche, cercando addirittura un papabile sostituto, individuato nell’ex allenatore del Genoa Gasperini, mai così vicino alla panchina azzurra come nella giornata di ieri.

Tutto sembrava scontato e irrecuperabile, tanto che i media milanesi già accennano al patto con il Diavolo fatto dal beniamino partenopeo Marechiaro Hamsik, proprio ora che lo slovacco è all’estero in vacanza e non può rispondere, destabilizzando l’ambiente azzurro proprio come in uno di quei complotti che Mazzarri, l’accerchiato, indica da tempo.

In serata però sia il tecnico che il presidente hanno fatto marcia indietro, rivedendo le loro posizioni, per continuare assieme il progetto Napoli.