Serie A 8 febbraio 2014: Napoli-Milan 3-1, Higuain schianta il Diavolo

Serie A 8 febbraio 2014: Napoli-Milan 3-1, Higuain schianta il Diavolo

Alla fine ha vinto la squadra che era meno in difficoltà e con più giocatori talentuosi a disposizione. Il Napoli schianta letteralmente il Milan, che nonostante l’iniziale vantaggio compie pesanti passi indietro rispetto alle più recenti prestazioni in campionato. Un risultato figlio da una parte di giocatori ampiamente inadeguati o svogliati, come Robinho e Mexes, e dall’altra dall’ottima prestazione dei partenopei. In particolare di Gonzalo Higuain, che dimostra ancora una volta di saper essere letale nei momenti decisivi. Stasera c’era bisogno di una scocca e l’argentino l’ha data per ben due volte. Ora la rincorsa alla Roma e alla Juve può continuare e chissà.

Non c’è praticamente mai stato un vero momento nel quale il Milan è sembrato poter fare sua la partita. Al massimo se l’è giocata alla pari per alcuni tratti, ma la maggior parte del tempo sono stati gli uomini di Benitez a fare il bello e il cattivo tempo. Unica nota positiva per i rossoneri è l’ottimo impatto del nuovo arrivato Taarabt, che dopo sette minuti di dominio incontrastato del Napoli si invola per tutto il campo, andando a battere Reina con un tiro poderoso. Potrebbe essere il là per una buona prova milanista, ma è un fuoco di paglia. Le soluzioni ideate da Seedorf non reggono (Abate è impalpabile come esterno destro in attacco) e all’11° è già il momento per Inler per insaccare la sfera del pareggio. Il Milan non reagisce, soprattutto perché il Napoli è bravo a non permetterglielo. Balotelli è in serata storta e la sensazione è che le recenti vicende l’abbiano provato molto. Le occasioni per il Napoli si susseguono con Higuain, Insigne e con Maggio, che colpisce un clamoroso palo.

Seedorf torna sui suoi passi, dimostrando che oltre alla squadra, anche lui ha qualcosa da limare. Di fatto vengono rinnegate tutte le scelte coraggiose e forse un po’ azzardate fatte in precedenza, ma al 56° arriva immancabile la rete del vantaggio partenopeo. È Higuain a segnare, mettendo la ciliegina sulla torta della sua incredibile serata. Una celebrazione che finisce solo al minuto 83, cioè quando Callejon gli consegna la sfera del 3-1. In mezzo solo dominio Napoli e tanta confusione per il Milan, che dimostra di essere ancora un cantiere aperto. Nel dopo partita Seedorf parlerà di preparazione per l’Atletico Madrid. Sarà il caso, perché giocando così i rossoneri rischiano brutte figure.

Serie A 8 febbraio 2014: Napoli-Milan 3-1, Higuain schianta il Diavolo

Foto: Wikimedia Commons