Serie A 27 marzo 2014: Fiorentina-Milan 0-2, resurrezione rossonera

Serie A 27 marzo 2014: Fiorentina-Milan 0-2, resurrezione rossonera

Probabilmente anche il più ottimista dei tifosi milanisti non avrebbe scommesso un euro nemmeno su un pareggio contro una Fiorentina che sembrava assolutamente in forma e prestante. In effetti questi tifosi non avrebbero portato a casa la scommessa, dato che il Milan ha vinto a Firenze, centrando tre punti forse non fondamentali per l’ormai derelitta classifica rossonera, ma sicuramente indicativa sullo stato dello spogliatoio. Se davvero i giocatori credevano nel loro allenatore, lo hanno dimostrato questa sera.

Occorre dire che la partita del Milan è stata molto diversa rispetto al passato. Molto più difensiva e attenta rispetto allo schema spregiudicato preferito dall’allenatore olandese. Si rivede Taarabt, ma nella formazione trova comunque posto anche il giapponese Honda. In attacco Balotelli viene preferito a Pazzini. Nei primi minuti le uniche occasioni degne di nota capitano sui piedi di Honda prima e di Matri poi, concludendosi entrambe le volte con un nulla di fatto. Al 23°, però, arriva l’inaspettata rete rossonera, proprio con uno degli uomini più criticati. Balotelli sfida con un bolide Neto, che respinge, ma solo sulla testa di Mexes. La Fiorentina reagisce con Cuadrado, ma il Milan prende coraggio e la Fiorentina soffre. Sembra esattamente il contrario di quanto non ci si aspettasse alla vigilia: viola deludenti e rossoneri sopra le righe. Il vantaggio è meritatissimo.

Nella ripresa la Fiorentina parte fortissimo con Matri e con Ambrosini, sfiorando quindi la rete proprio con gli ex della partita. Il Milan, però, cerca di reagire al meglio, impaurendo Neto grazie ad un’ottima conclusione di Taarabt su assist di Balotelli. Il secondo tempo è decisamente più equilibrato, ma al 64° arriva l’episodio che rompe definitivamente l’equilibrio. La rete porta la firma di Mario Balotelli, che su punizione fulmina Neto (colpevole la barriera fiorentina). Il raddoppio, di fatto, uccide la partita. La reazione della Fiorentina non è mai veramente efficace e il triplice fischio dell’arbitro vede i rossoneri rinascere inaspettatamente sul campo più difficile. Sarà un nuovo inizio o solo un episodio?

Serie A 27 marzo 2014: Fiorentina-Milan 0-2, resurrezione rossonera