Seedorf, causa al Milan: i dettagli

Seedorf, causa al Milan: i dettagli

La favola di Clarence Seedorf al Milan non poteva chiudersi in modo peggiore. Dopo una prima apparente calma, dovuta forse più ad impegni personali che a reale perdono, l’ormai ex allenatore rossonero sarebbe pronto a mettere i suoi legali sul piede di guerra.

Tiziano Treu, ex Ministro del Lavoro e dei Trasporti, ha recentemente confermato di aver preso in carico attraverso il suo studio legale la causa che Clarence Seedorf intenterà nei confronti del Milan. L’obiettivo è di ricevere un risarcimento per i danni morali e professionali subiti dall’ex numero 10 dopo l’esonero. La tesi, naturalmente, è quella che il contratto con l’allenatore non sia stato rispettato, causando un grave danno alla carriera in panchina di Seedorf. Treu, comunque, ha confermato anche che farà quanto sarà in suo potere per evitare che la vicenda finisca definitivamente sui tavoli dei giudici, sperando di riuscire a risolvere la cosa nella maniera più pacifica possibile.

Leandro Cantamessa, legale del Milan, si è però dimostrato molto perplesso sulla causa intentata da Seedorf, mostrando quasi una certa sorta di disinteresse, quasi fosse più una seccatura che un vero problema legale. Dalle sue parole, rilasciate al portale MilanNews.it, si evince come l’avvocato rossonero ritenga che non si sarebbero stati danni supplementari nei confronti di Clarence Seedorf, in quanto l’esonero del coach sarebbe parte integrante del mestiere di allenatore e siccome il soggetto continuerebbe comunque a percepire lo stipendio, non esisterebbero gli estremi per un intervento legale. La situazione, comunque, è in continuo evolversi. Una cosa, però, è sicura: che la storia con un grande campione come Seedorf e il Milan si interrompa così e una cosa che fa male al cuore di qualsiasi tifoso.

Seedorf, causa al Milan: i dettagli

Foto: Wikimedia Commons