Scontri ultras Lazio Varsavia: quanti arresti?

tifosi-lazio

Nella giornata di ieri, prima dell’incontro valido per il girone J dell’Europa League,  dove la Lazio di Petkovic era impegnata sul campo del Legia Varsavia, una partita considerata ad alto rischio, visti gli incidenti provocati dai tifosi polacchi nella Capitale per la partita di andata, sono stati arrestati diversi supporter della squadra capitolina, ma quanti?

 

Lo scontro era nell’aria e la situazione decisamente tesa, tra due tifoserie, quella laziale e quella del Legia che avevano qualche conto in sospeso, dopo gli incidenti provocati a Roma dai tifosi polacchi nella gara di andata. Sono stati così 197, secondo fonti della polizia polacca, i supporter della Lazio fermati nella capitale polacca dove si è giocata la gara di Europa League con il Legia. Intorno alle ore 16:00, in via Ulica Marszalkowska i tifosi a seguito della squadra di Petkovic avrebbero iniziato, stando alle fonti di prima, un lancio di pietre e bottiglie contro le forze dell’ordine. Immediatamente sono poi stati circondati dagli agenti in tenuta antisommossa. In 120 sono stati processati per direttissima e rispediti in Italia senza poter assistere alla partita. Incontro che sul campo non ha invece avuto storia visto che i bianco celesti sono riusciti a espugnare la bolgia polacca imponendosi per due a zero, centrando così la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League. Dopo la gara, il tecnico laziale, Vladimir Petkovic ha  voluto così commentare il tutto: “Mi spiace perché questo non fa parte del calcio e dello sport. Non si può arrivare con le famiglie e da soli in totale sicurezza ed è un peccato. Si deve essere severi con chi sbaglia”.

 

tifosi-lazio