Scandalo scommesse 2011: sempre più partite truccate in Serie A



Potrebbe allargarsi a macchia d’olio il nuovo scandalo legato al calcio scommesse che si è recentemente abbattuto sul mondo dell’Italia pallonara.

Se prima sembrava una cosuccia, qualcosa legato alle serie minori della Lega Pro e della Serie B, ora lo scandalo potrebbe arrivare a coinvolgere anche i blasonati club della serie A.

Sono infatti sotto inchiesta 3 incontri della massima serie che coinvolgono 5 squadre di Serie A, anche se per ora nulla di ufficiale è trapelato e non sono ancora state rese note le partite in questione e le squadre coinvolte.
Sembrano inoltre aggravarsi le posizioni dei giocatori coinvolti.

Insomma il nuovo scandalo non riguarderebbe più solo le 18 partite truccate inserite nell’ordinanza del gip Salvini ma secondo il pubblico ministero Roberto Di Martino sarebbero da verificare “affermazioni che sono state fatte su dei “ sentito di­re” e sono nebbiose, ma si tratta di incontri per noi nuovi, gare mai analizzate. L’impianto accusato­rio è stato rafforzato” .

E’ stato diffuso un durissimo comunicato di Daniele De Rossi, giocatore chiamato in causa da alcune fonti giornalistiche:

“È mia intenzione sottolineare tutta la mia indignazione per quanto apparso su alcuni organi di stampa riguardo una vicenda che mi vede del tutto estraneo».

Il centrocampista della Roma ha anche preannunciato che adirà per vie legali nei confronti di chi lo assocerà all’inchiesta di Cremona:

“Sono stati fatti riferimenti alla mia persona del tutto falsi ed inventati e per questo tutelerò la mia immagine e la mia onorabilità in sede giudiziaria contro chiunque assocerà il mio nome a questa vicenda. Non ho altro da aggiungere”.

Come precisa anche il procuratore capo di Cremona, Roberto Di Martino il nome di De Rossi nell’inchiesta non c’è e il calciatore è quindi estraneo all’intera vicenda.