Scandalo calcioscommesse: arrestato Signori e altri 15 giocatori

C_27_articolo_61062_GroupArticolo_immagineprincipale

Un vero e proprio terremoto ha sconvolto il calcio italiano, quando questa mattina sono scattate le manette per 16 persone, tra le quale diversi ex giocatori di Serie A, con l’accusa di aver truccato alcune gare per calcioscommesse.

Tra gli arrestati c’è anche l’ex calciatore di Lazio e Bologna, Beppe Signori, anche lui implicato nell’attività di condizionare risultati di Serie B e Lega Pro.

In tutto la magistratura cremonese ha emesso 9 ordinanze di arresti domiciliari e 7 di custodia cautelare in carcere!

In tutto gli arrestati sarebbero una trentina, poichè nel giro ci sono anche liberi professionisti e titolari delle agenzie di scommesse.

Tra i calciatori coinvolti nella vicenda, oltre a Beppe Signori ci sono anche: Vittorio Micolucci, difensore dell’Ascoli; Vincenzo Sommese, compagno di suadra di Micolucci e al momento ai domiciliari; Gianfranco Parlato, ex giocatore attualmente in carcere; Marco Paoloni, portiere del Benevento ed anche lui in carcere al momento; Mauro Bressan, ex giocatore della Fiorentina, Antonio Bellavista, ex giocatore e capitano del Bari. tra gli indagati inoltre spunta anche il nome di Stefano Bettarini.

L’accusa è pesante: aver condizionato le gare per calcioscommesse. Le prove a detta degli investigatori sono inconfutabili.

Emergono ora inquietanti sospetti per una partita del 2010 in cui 6 giocatori della Cremonese furono intossicati dopo aver assunto alcune bevande. Per gli investigatori tale metodo era atto a modificare il risultato finale della gara.

Si attendono quindi nuovi sviluppi nelle prossime ore, mentre le società di Ascoli e Benevento, attendono di sapere quale sia la reale posizione dei loro tesserati, soprattutto per il Benevento che è implicato nelle esmifinali dei play off.