Sampdoria, quale Champions League ti aspetta?

samp_festa_a_palermo

La conquista della qualificazione Champions League ha fatto gioire la Genova blucerchiata, per l’impresa targata Sampdoria.

Adesso però è già tempo di riflettere: in poche ore se ne sono andati i punti cardini tra staff tecnico e societario, con gli addii, verso la sponda Juventus, dell’osseravore Fabio Paratici, del direttore generale Giuseppe Marotta e dell’allenatore Luigi Delneri.

Il presidente Riccardo Garrone ha già ingaggiato Sergio Gasparin (ex Udinese) e Doriano Tosi (ex Modena) come nuovi referenti del club, adesso si punta al nuovo tecnico.

Sempre stabili le quotazioni di Domenico Di Carlo, in scadenza contrattuale col Chievo Verona, e favorito sui colleghi Donadoni, Allegri e Giampaolo: “Da domani inizieremo a parlare della questione allenatore”, ha dichiarato il patron Garrone.

“C’è una rosa di 5-6 nomi che sono stati fatti e da quella rosa uscirà il nome del nuovo tecnico. Sappiamo di essere ai preliminari di Champions e quindi dovremo attuare una campagna rafforzamenti tale da poter competere su 3 fronti”.

Il calciomercato della Sampdoria vede blindati i gioielli di famiglia, ovvero Palombo, Pazzini e Cassano. C’è il nodo Storari (bisogna parlare col Milan), ed in più servono maggiori elementi di qualità.

Le voci parlano di un interessamento blucerchiato per i centrocampisti Tiberio Guarente, in uscita dall’Atalanta dopo la retrocessione in Serie B, e Massimo Cigarini del Napoli.

I sogni restano gli juventini Amauri e David Trezeguet, l’alternativa più praticabile è Massimo Maccarone, libero a parametro zero dal Siena.