Rossi – Yamaha – Ducati, il triangolo no

Il Gran Premio di Valencia, classe MotoGP, in programma domenica 7 novembre nella città spagnola, segnerà la fine del rapporto Valentino Rossi – Yamaha.

Il pilota di Tavullia correrà per l’ultima volta con la scuderia giapponese, prima di sancire il passaggio definitivo al team italiano della Ducati.

“Sarà per tutti un weekend emozionante. Ovviamente vorrei vincere quest’ultima gara, sarebbe un modo splendido per chiudere questo rapporto che ha regalato tanti momenti splendidi”, il commento di Rossi.

Che si appresta, quindi, ha lasciare la Yamaha dopo 7 stagioni intense, con ben 4 titoli mondiali in bacheca.

Il nuovo obbiettivo, adesso, si chiama aggancio al 2° posto, dietro al campione Jorge Lorenzo: “Dopo la gara dell’Estoril sono diventato 3° nel Mondiale. Il 2° posto non è impossibile da raggiungere anche se sappiamo che Pedrosa è molto forte a Valencia e ha ancora 19 punti di vantaggio”.

Da lunedì prossimo ci sarà tempo per provare la nuova avventura Ducati, probabilmente l’ultima della carriera: in quel caso, però, bisognerà aspettare l’ok ufficiale del team giapponese, propenso invece a tenersi stretto Rossi fino alla scadenza del contratto, impedendogli nel frattempo di provare la nuova moto.