Roma – Napoli 0-2, Cavani con una doppietta risponde al Milan

Cavani, Cavani e chi se non lui?

Un doppio Cavani per la vittoria del Napoli all’Olimpico contro la Roma, dove l’ultimo successo partenopeo risaliva a ben 18 anni fa, segnali questi di una squadra che non solo è diventata maggiorenne ma grande e che può arrivare a dire la sua nella corsa scudetto.

Quella di stasera era una chiamata scudetto e il Napoli si è fatto trovare finalmente pronto.

Lontano per gioco e spirito dalle trasferte di San Siro e del Bentegodi, Mazzarri, incurante del prossimo impegno di Europa League, si è affidato ai suoi titolarissimi.

Ranieri risponde presentando una Roma muscolare, in buona condizione atletica, con Cassetti chiamato a chiudere il buco centrale difensivo causato dalla doppia assenza per squalifica di Mexes e Burdisso.

Per scelta tecnica capitan Totti parte in panchina, entrerà solo quando la Roma si troverà ormai irrimediabilmente in ritardo.

Il primo tempo si conclude per 0 a 0, le due squadre si temono, la posta in palio e alta e i nervi sono a fior di pelle.

Nella ripresa il tecnico giallorosso lascia fuori Taddei e getta nella mischia Menez, ma al primo affondo azzurro Lavezzi lancia Hamsik in area che viene strattonato quel tanto che basta per permettere all’arbitro di fischiare un rigore che i romanisti continueranno a contestare a oltranza.

Dal dischetto si presenta Cavani per il gol dell’1 a 0.

Lavezzi poi ha sul suo piede un’ occasione tutta d’oro ma sembra voler entrare in porta con il pallone, purtroppo l’ultimo dribbling quello decisivo non gli riesce e perfino Mazzarri rimane stupefatto in panchina.

Dentro Totti la Roma ci prova e ci riprova ma è il Matador l’uomo del match, che riesce ancora una volta a infilarsi tra le spaurite casacche giallorosse andando a depositare in rete l’assist perfetto di Paolo Cannavaro.

Napoli batte Roma 2 a zero e se Milano chiama, Napoli c’è.