Roma – Juventus 0-2, per Moggi è stata una “vittoria da provinciale”

In altri tempi sarebbe stata una vittoria da raccontare ai nipoti ma oggi è solamente una vittoria, quella della rimaneggiata vittoria della Juventus di Del Neri che è andata a maramaldeggiare all’olimpico sul campo della Roma, avversario storico della Vecchia signora che di certo non attraversa un buon momento di forma…

Tanto che Luciano Moggi ha definito questa vittoria come “una vittoria da provinciale” all’interno della trasmissione condotta da Pippo Franco “Ieri, Moggi e domani” co-produzione tra Prima Rete Lombardia e Gold in onda tutte le domeniche su GOLD TV e Telecolor digitale terrestre e canale satellitare 856 Sky.

Secondo Moggi la Juventus contro la Roma ha giocato da provinciale con una sola punta in campo, puntando su rapidi contropiedi.

Gli infortuni e le assenze, sempre secondo il parere di Luciano, alla fine hanno finito per favorire la Juve che in gravi condizioni di emergenza ha tirato fuori una grande prova di orgoglio ma questa vittoria non deve assolutamente illudere la dirigenza e far pensare che l’attuale rosa sia competitiva, questa squadra è quasi completamente da rifondare.

L’ex direttore sportivo bianconero si è inoltre pronunciato sulla vendita di Buffon:

“Un campione si vende solo quando la contropartita è importante, altrimenti no. Se comunque lo si vuole vendere bisognava comprare già dalla scorsa estate un portiere giovane, come Viviano ad esempio, con cui garantirsi il futuro”.

Infine non sono mancate le opinioni sul Milan che si è preso la sua rivincita su Leonardo e sul Napoli, autore di una bella prova anche se favorito da Banti, ad ogni modo, secondo Moggi

«A 7 giornate dalla fine e con soli 3 punti di ritardo dal Milan il Napoli ha l’obbligo di credere allo scudetto”.