Ritiro Milan in ottica scudetto





Il primo giorno di ritiro del Milan, svoltosi oggi a Milanello, è iniziato con una accesa e colorita contestazione dei tifosi rossoneri. Contestazione che, per il secondo anno consecutivo, ha avevo come bersaglio il Presidente Silvio Berlusconi e l’alta dirigenza milanista.

Lo scetticismo del tifo rossonero è giustificato dal fatto che gli investimenti sul mercato sono, anche quest’anno, pressoché assenti.

Di diverso avviso, tornato ieri dal Brasile in compagnia del suo amico Ronaldinho, è Alexandre Pato, convinto che quest’anno il Milan possa fare bella figura in Campionato e in Champions League: “Oggi parlo con Allegri, è un grande e un bravo allenatore. Se quest’anno facciamo bene possiamo vincere campionato e Champions League”.

Interrogato poi sul futuro del Gaucho, il “Papero” ha così risposto: “Cosa mi ha detto durante il viaggio Ronaldinho? Abbiamo dormito sempre. Il suo futuro? Dovete chiedere a lui. Io voglio che Dinho rimanga, è un grande amico”.