Risultati Serie A Domenica 11 marzo 2012

Lega-Serie-A

Il testa e testa tra Juventus e Milan vede ora in vantaggio i rosso neri. Il Milan infatti è riuscito ad avere la meglio sul Lecce e approfitta quindi della frenata juventina sul campo del Genoa.

La serie A aveva già mandato in campo Inter e Napoli venerdì sera, entrambe vittoriose, per due a zero i nero azzurri a Verona e per 6 a 3 il Napoli a valanga sul Cagliari quindi OM e Chelsea, in chiave Champions sono avvisate. Ieri sera la Roma di Luis Enrique ha invece battuto il Palermo in trasferta grazie ad una rete di Borini.

Passando alle partite pomeridiane di oggi, domenica 11 marzo 2012, cominciamo con il pareggio della Juventus a Genova. Gli uomini di  Antonio Conte non sono riusciti a concretizzare quanto creato e perciò sono costretti  ad accontentarsi di un pareggio a reti bianche.

Si è invece imposto per due a zero il Milan, a San Siro, sul Lecce, grazie ad un gol del solito Nocerino, arrivato a quota nove in campionato, e a una rete di Zlatan Ibrahimovic. Ora la squadra di Allegri ha quattro punti di vantaggio sugli uomini di Conte.

Negli altri incontri di giornata c’è da segnalare la vittoria del Catania. L’undici di Montella, grazie a un rigore realizzato da Lodi, ha avuto la meglio sulla Fiorentina mentre il Siena ha espugnato il Manuzzi di Cesena per 2  a  0, reti di Brienza e Bogdani, aggiudicandosi tre importantissimi punti in chiave salvezza.

Atalanta e Parma si sono divise la posta in palio, pareggiando allo stadio Azzurri d’Italia per 1-1,  gol di Manfredini e  Paletta.

Completano il quadro di giornate le sfide dell’Olimpico tra Lazio e Bologna e quella del Piola tra Novara e Udinese.

 

CHIEVO-INTER (venerdì) 0-2 NAPOLI-CAGLIARI (venerdì) 6-3

PALERMO-ROMA (sabato) 0-1

ATALANTA-PARMA 1-1

CATANIA-FIORENTINA 1-0

CESENA-SIENA 0-2

GENOA-JUVENTUS 0-0

MILAN-LECCE 2-0

LAZIO-BOLOGNA ore 20.45

NOVARA-UDINESE ore 20.45

 

Classifica Serie A dopo 27 giornate: Milan 57 punti, Juventus 53, Lazio 48, Udinese e Napoli 46, Roma 41, Inter 40, Catania 38, Chievo e Palermo 34, Genoa e Atalanta 33, Siena Fiorentina e Bologna 32, Parma e Cagliari 31, Lecce 25, Cesena e Novara 17.