Risultati Serie A 21 aprile 2013 Juventus-Milan 1-0, Vidal vede lo Scudetto

Juventus FC v AC Milan - TIM Cup

Una partita equilibrata, decisa alla fine da un episodio. Ma la Juventus ormai sembra davvero inarrestabile. La truppa di Antonio Conte è ormai lanciata verso lo Scudetto, dopo che il rigore di Arturo Vidal le ha permesso di assaporare la dolce vittoria contro il Milan, bravo a difendersi, ma troppo inconcludente in attacco. Per Allegri rimane il rimpianto che forse con Balotelli in campo qualcosa sarebbe potuto cambiare, ma alla fine ha prevalso la squadra più forte e nessuno può veramente attaccarsi a nulla.

Il Milan si affida al tridente formato da Robinho, Pazzini ed El Shaarawy e proprio dal giovane italo-egiziano arriva la prima paura per la porta di Buffon. Il vero miracolo, però, è di Abbiati, che neutralizza una punizione di Pirlo al 7° minuto. Un’autentica prodezza, che però costa carissimo al portiere rossonero. Il movimento gli crea problemi al polpaccio destro e dopo pochi minuti deve essere sostituito. Entra Amelia, che suo malgrado sarà decisivo per il risultato finale. Il Milan, come detto, si difende bene, ma ha difficoltà a creare occasioni. Alla mezzora ancora Pirlo impegna su punizione Amelia, ma le occasioni davvero pericolose del primo tempo finiscono qui.

Nella ripresa la Juve ci prova con un po’ più di convinzione, anche se il Milan pare reggere. Prima Chiellini e poi Marchisio tentano la via del gol, senza però raccogliere nulla di utile. Il Milan si fa poi vedere con Mexes, bravo a farsi 50 metri palla al piede per impegnare poi Buffon. Il match, però, sembra bloccato e solo un episodio potrebbe davvero smuovere le acque. Così, infatti, è: al 56° Pirlo lancia Asamoah. Abate, in vantaggio sullo juventino, lascia rimbalzare per poi controllare. Il terzino, però, calcola male il tempo e viene superato. Amelia, nel tentativo di intervenire, travolge il bianconero. Rigore netto, trasformato come un cecchino da Arturo Vidal. La Juve prende fiducia e il Milan sbanda. Bonucci sfiora il raddoppio intervenendo su calcio d’angolo. Allegri butta dentro Bojan, unica sostituzione disponibile dopo Amelia nel primo tempo e dopo aver sostituito un acciaccato Ambrosini con Muntari nella pausa. Proprio il ghanese cerca dalla distanza quel gol clamorosamente negatogli lo scorso anno, ma sembra proprio non esserci più nulla da dire. La Juve vince con merito e ora è solamente a 4 punti dal suo secondo scudetto di fila.

Juventus FC v AC Milan - TIM Cup