Risultati Champions 2 aprile 2013: Bayern-Juve 2-0, PSG-Barcellona 2-2

Risultati Champions 2 aprile 2013: Bayern-Juve 2-0, PSG-Barcellona 2-2

Spiace dirlo di un’italiana, ma questa sera all’Allianz Arena non c’è stata proprio storia. Il Bayern Monaco non avrà preso “a pallonate” la Vecchia Signora come accadde nel 2009, ma senza dubbio Conte e ragazzi si sono visti impartire una lezione di calcio che ha ricordato, forse ancora una volta di più, come in questo momento il nostro calcio sia in difficoltà contro le corazzate estere.

Il 2-0 alla fine va persino stretto al Bayern. La Juventus ha tenuto viva la speranza di qualificazione, ma servirà un’impresa allo Stadium di Torino. Soprattutto serviranno altri Buffon e Pirlo, che hanno tradito in quella che era di fatto la partita più importante della stagione, almeno in Europa. Il Bayern passa in vantaggio nel giro di appena 25 secondi: un incubo. Alaba tenta un sinistro da fuori, solo deviato da Vidal. Buffon, però, si fa sorprendere e prende un gol che alla fine peserà sull’intero match. Al quarto d’ora Kroos si fa male e viene sostituito da Robben. L’olandese è un’ira di Dio e non lascia scampo alla compagine bianconera. La Juventus è in bambola e resiste solo fino al secondo tempo all’assalto avversario. Un altro errore di Buffon propizia la rete di Mueller e la continua imprecisione di quasi tutti gli uomini di Conte non porta speranza ai tifosi.

Ben altra partita è stata tra PSG e Barcellona. I parigini partivano come la squadra che non aveva nulla da perdere: troppa la differenza e, soprattutto, troppo ancora il rodaggio da fare per il Paris, che può contare su numerosi campioni, ma deve ancora trovare la quadratura del cerchio. Eppure la squadra gira bene ed è messa bene in campo da Carletto Ancelotti. Thiago Silva gestisce bene e Alex è un mastino. Ci sarebbero anche un paio di buone occasioni francesi, ma quando davanti si ha il Barça, c’è poco da scherzare. I catalani fanno comunque la loro partita e al 38° passano con Lionel Messi. Nella ripresa, però, l’argentino esce per infortunio e Fabregas, per quanto bravo, non può garantire la stessa qualità. Il pareggio del PSG, però, arriva solamente a dieci minuti dalla fine con Ibrahimovic, in posizione sospetta. Sembra un sogno, ma all’89° Xavi trasforma un rigore causato da un intervento di Sirigu su Sanchez. Sembra tutto finito, ma in pieno recupero Matuidi trova un pareggio insperato, che spedisce il Paris con fiducia alla sfida del Camp Nou. Terra infida, ma la squadra di Ancelotti ha ancora qualche carta da giocare.

Risultati Champions 2 aprile 2013: Bayern-Juve 2-0, PSG-Barcellona 2-2