Qualificazioni Mondiali 2014: Programma Gare 6-7-8 Settembre 2013

Brazil_2014.svg

Non c’è solo in programma Italia – Bulgaria questa sera, infatti il menù delle gare di qualificazione ai mondiali 2014 è ricco e si espande per tutto il weekend.

Un programma davvero interessante, con match avvincenti e che promettono spettacolo visto che siamo ormai prossimi alla fine e tutte le squadre ancora in gioco venderanno la pelle pur di partecipare alla rassegna iridata del prossimo Giugno.

All’Italia di Prandelli basterà vincere le prossime due gare per staccare il pass per il Brasile. Anche le altre big sono ad una passo dalla qualificazione, infatti Vincendo contro l’Austria, la Germania sarebbe quasi matematicamente qualificata. Il secondo posto se lo disputano nello scontro diretto l’Irlanda di Trapattoni e la Svezia di Ibrahimovic: chi perde è fuori. Nel gruppo D Romania e Ungheria si scontrano per scoprire chi sarà la seconda del girone, dietro lOlanda; in quello F Russia e Israele incontreranno due avversarie facili per non allontanarsi dal Portogallo che ha una partita in più e rischia persino l’eliminazione. Così come l’Inghilterra che però potrebbe approfittare della difficile trasferta del Montenegro in Polonia per sorpassarlo in seguito alla facile partita contro Moldova.

La Spagna va in Finlandia e cerca di tenere a distanza la Francia, in trasferta in Georgia, che è sotto di un punto. Concludono la giornata europea Bosnia Herzegovina-Slovacchia, con gli ospiti che in caso di sconfitta sarebbero fuori dai giochi perché la Grecia sarebbe imprendibile; la trasferta della Svizzera in Islanda che potrebbe valere mezza qualificazione per gli elvetici; e Serbia-Croazia che potrebbe dire definitivamente addio alla qualificazione dei serbi e potrebbe favorire il Belgio in fuga contro la Scozia.

In Sudamerica l’Argentina comanda il girone seguito da Colombia ed Ecuador che si giocano la seconda piazza nello scontro diretto, di cui potrebbe approfittare il Cile impegnato in casa contro il Venezuela.

Ormai ci siamo, è il momento del tutto, purtroppo qualcuno dovrà per forza di cose rimanere fuori, e mentre alcuni piangeranno di gioia gli altri piangeranno per il sogno mondiale infranto.

Brazil_2014.svg