Prezzi biglietti Inter – Bayern, e i tifosi dormono in tenda



Frenesia. Attesa. Ressa. Questo accade quando una finale di Champions League, attesa da quasi 40 anni, ha come protagonista l’Inter.
I tifosi attendevano questo momento da quasi mezzo secolo e in fondo, per un evento del genere, è normale che il prezzo da pagare sia piuttosto elevato: la situazione biglietti Inter-Bayern Monaco è infatti da film thriller.


I biglietti della final
e di Champions League, Inter-Bayern Monaco, verranno ufficialmente messi in vendita domani mattina a partire dalle ore 11.00 ma già da ieri centinaia di tifosi si sono accampati in Via Massaua 6, di fronte al Banco Popolare di Milano, per accaparrarsi uno dei 5000 biglietti messi a disposizione proprio dalla banca. Fin qui nulla di strano, come detto per i grandi appuntamenti, il prezzo da pagare è alto e potrebbe anche essere sopportata un’estenuante fila in vista di una possibile vittoria storica da parte della propria squadra del cuore. Però, il problema non è questo.

Una finale di Champions League, muove sempre molte acque e interesse e di solito le informazioni relative a biglietti e ad organizzazione, vengono rilasciate mesi prima. Così in effetti è stato. Sul sito www.uefa.com era possibile infatti trovare la ripartizione dei biglietti per settori e tifosi e il numero degli stessi messi in vendita. Sul sito in particolare a marzo, erano stati messi a disposizione 11.000 biglietti che andavano dai 90 ai 300 euro e per ottenerli era necessario inviare richiesta tramite form apposito.

La chiusura della vendita online era prevista per il 19 marzo e si sarebbe poi proceduto all’estrazione dei nominativi in esubero rispetto alla cifra degli 11.000. Tutto corretto e regolare. Ma 11.000 biglietti per uno stadio che di spettatori ne contiene 75.000 e per un evento che coinvolge due grandi tifoserie, sono pochini.

Ecco allora che fiduciosi, i tifosi dell’Inter hanno iniziato ad attendere comunicati da parte della società nerazzurra, comunicati in effetti arrivati nel corso del tempo ma in modo spesso confuso e contraddittorio.

Il 5 maggio viene emessa una nota dalla società Inter in cui si comunicava che sabato 16 maggio sarebbero stati messi in vendita un quantitativo di biglietti nella filiale della Banca Popolare di Milano di via Massaua. In seguito, il 7 maggio, ne viene emessa un’altra secondo cui,  non esisterebbero biglietti a disposizione degli iscritti agli inter club ma solo pacchetti (viaggio+biglietto etc). Il 10 maggio esce poi un comunicato in cui si rinnova la possibilità di acquisto presso la banca di Via Massaua ma i biglietti messi a disposizione, restano comunque 5.000
Ad oggi è questa l’ultima novità e i poveri tifosi interisti, ormai con il cuore in pace, si sono costretti a dormire in tenda…